Zenit-Juve, Allegri in conferenza stampa: “De Ligt ha recuperato e giocherà”

di Valerio Vitali |

conferenza stampa allegri

Nel giorno della vigilia di Zenit – Juve, il tecnico bianconero Massimiliano Allegri ha parlato in conferenza stampa. L’allenatore livornese, prima di partire alla volta della Russia è stato accompagnato dal portiere Szczesny. Il numero uno polacco ha rimarcato immediatamente lo spirito che deve contraddistinguere questa squadra: “Il rigore parato domenica non ha alterato i miei equilibri. Non ero scarso prima, non sono un fenomeno oggi. Quello che è cambiato in queste ultime settimane nel subire meno gol è lo spirito e la voglia di difendere. In questo si vede la mano del mister, devo fargli i complimenti per come sta cambiando il lavoro quotidiano e l’atteggiamento che sta trasmettendo”. 

L’estremo difensore ha poi ribadito un concetto chiave: “Lavorare con Allegri mi aiuta molto. Io conosco il suo modo di lavorare e mi piace molto il suo atteggiamento nel lavoro giornaliero, al campo. Il rendimento passa anche da qui. Stare zitti e lavorare quando le cose non vanno per il verso giusto è sempre la cosa migliore”. Sulle voci di calciomercato e sull’avvicendamento con Donnarumma invece Szczesny ha sentenziato così: “Non mi sono mai sentito distante dal mondo Juve in estate”, allontanando di fatto alcuni rumors che lo hanno visto protagonista.

Dopo l’intervento del portiere bianconero, parola ad Allegri. Questo il suo pensiero su Zenit-Juve: “Innanzitutto voglio dire che de Ligt è completamente recuperato e gioca, altrimenti avrebbe giocato Rugani, che sta bene. Di quelli sicuri sono lui e Szczesny, poi sulle altre soluzioni devo ancora decidere in base alla condizione. Per quanto riguarda Arthur anche lui avrà minutaggio, non so se da inizio o a partita in corso. Anche Morata sta molto bene e vale lo stesso discorso fatto per Arthur”. 

Sul cambio di rotta di questa Juventus, Allegri ne ha parlato così in conferenza stampa: “Siamo migliorati molto negli ultimi tempi nella voglia di difendere. Sia le prestazioni che gli episodi finalmente stanno girando per il verso giusto ma è sbagliato farsi sovrastare dagli eventi e avere troppo entusiasmo. L’obiettivo è sempre quello: arrivare a marzo nella migliore condizione possibile”.

Sulla “sua” Juventus invece, il tecnico toscano ha ribadito il piacere della fase difensiva. Un argomento questo, che da sempre accompagna il manager juventino sul quale si è espresso così: “Quando la palla pesa (e alla Juve pesa di più) bisogna avere pazienza, sagacia e intelligenza. Vedo una squadra che ha voglia di difendere e questo è importante”. 

Sul rientro di Dybala: “Dybala sta lavorando bene e dovrebbe tornare quasi sicuramente contro l’Inter domenica. Da lì in poi avrà la possibilità di mettere su minutaggio importante fino alla sosta di novembre e rientrare in condizione”. Sulle polemiche arbitrali post Juventus-Roma Allegri ha risposto poi così in conferenza stampa: “Sono polemiche solite del panorama calcistico italiano. Ognuno a turno dovrebbe avere qualcosa da imputare agli arbitri, tutto torna. Poi oggi gli arbitri sono aiutati dal VAR quindi…” Infine sullo Zenit l’allenatore della Juve ha voluto evidenziare la pericolosità del duo d’attacco: “In avanti la coppia di attaccanti si completa molto bene a vicenda. Uno più abile sulle palle aeree e l’altro più dotato tecnicamente, per cui bisognerà stare vigili e attenti dietro”.