Wild boys! Juventus Bayern 2-0

di Alexander Supertramp |


Prima uscita stagionale per la Juventus 2018-19. A Philadelphia sotto una discreta pioggia, di fronte al nuovo Bayern di Kovac, va in scena la prima delle tre gare previste della tournée americana per la International Champions Cup. Ancora assenti ovviamente gli ultimi reduci del mondiale, tra cui Dybala, Mandzukic, Douglas Costa, Cuadrado e naturalmente Cristiano. Ma i punti di interesse non mancano. Si parte con un canonico 442, con Perin; De Sciglio, Rugani, Chiellini, Sandro. A centrocampo da destra a sinistra Cancelo, Pjanic, Marchisio, Emre Can; il giovane Favilli e Bernardeschi inedita coppia offensiva. Fuori almeno inizialmente Caldara, al centro delle numerose voci di mercato.

La serata però ha un mattatore quasi inaspettato. Andrea Favilli. Sua la doppietta che regala il primo successo della stagione. La prima rete su un avventato disimpegno  bavarese, con buon intercetto ed assist di Marchisio per il tap in del ragazzo, la seconda pochi minuti più tardi, con una veloce ripartenza chiusa ancora con grande freddezza e velocità dall’ex Ascoli.

Gli altri segnali della serata vedono un Emre Can ancora lontano da una condizione accettabile, come normale che sia, costretto ad uscire prima del duplice fischio per crampi, un Pjanic un po’ svagato nelle geometrie, ed un Cancelo, altro esordiente della serata, propositivo in fase offensiva, schierato prima alto a destra, poi a sinistra. Nel secondo tempo con il doppio vantaggio, spazio ampiamente ai ragazzi della primavera, ma anche a Caldara, che comunque risponde con una prova concentrata e sicura, senza risentire apparentemente delle sirene di mercato o dell’emozione per la prima agognata in bianconero.

Le sensazioni che fornisce l’ex atalantino sono sicuramente buone. Positivo anche l’esordio tra i pali di Mattia Perin, protagonista di 3/4 discreti interventi, e tra i giovani interessante la prova di Fagioli. La prima apparizione dell’anno va così in archivio, con i bianconeri che nei secondi 45′ tengono a freno i tentativi di rimonta tedeschi, portati avanti dai grandi vecchi Robben e Ribery, e da un pimpante Coman. Il Bayern fraseggia molto ma non punge, ed i bianconeri si assicurano abbastanza agevolmente la prima vittoria del torneo. Prossima tappa Sabato, alla Red Bull Arena in New Jersey, con Juventus Benfica.