Weston McKennie è il miglior calciatore americano dell’anno

di Juventibus |

Sono bastati 112 giorni a Weston James Earl McKennie da Little Elm per passare da professionista semisconosciuto della Bundesliga a nuova stella del calcio internazionale, o quanto meno del firmamento americano.

È infatti di oggi il premio come miglior calciatore Usa dell’anno attribuitogli da giocatori, tecnici, dirigenti e giornalisti a stelle e strisce, sbaragliando – con il 44% delle preferenze – la concorrenza di Pulisic e Dest.

Probabilmente il suo spettacolare gol al Camp Nou ha stampato il punto esclamativo sulla sua affermazione. Ma l’ascesa del centrocampista texano nelle gerarchie bianconere è stata costante e ben visibile, oltre che velocissima, da quando è atterrato a Torino.

Ha conquistato Pirlo con il suo dinamismo e la sua energia, mostrando anche un bagaglio tecnico di tutto rispetto. Ha appena 22 anni e ancora molti margini di miglioramento, ma alcune ottime prestazioni (con assist e gol) gli hanno permesso di diventare già un beniamino della tifoseria, a giudicare dall’hype social che lo circonda.

A qualche tifoso ricorda il primo Vidal, a qualcun altro (più nostalgico) il pitbull Davids.

Mentre se ne discute, la Juventus, che si prepara a riscattarlo, gongola e riceve via twitter i ringraziamenti della Nazionale statunitense. Un “Grazie, Juventus” che è anche il nostro


JUVENTIBUS LIVE