Weston McKennie, il primo acquisto voluto da Pirlo

di Roberto Nizzotti |

Nelle prossime ore Weston McKennie sbarcherà a Torino e diventerà un giocatore della Juventus, il primo statunitense in maglia bianconera e il primo acquisto dell’era Pirlo.

Le caratteristiche che identificano il mediano ormai ex Schalke 04, che sono la grande fisicità, il grande dinamismo, la capacità di coprire ottimamente il campo in ampiezza e in profondità che lo rendono importante nella fase di non possesso, suo punto forte, ma anche nella fase conclusiva della giocata, sono quelle che cerca Andrea Pirlo, almeno questo si è inteso nella conferenza stampa che lo ha visto protagonista martedì pomeriggio.

La Juventus di Pirlo sarà una squadra che dovrà tenere palla , che quando la perderà la dovrà recuperare il più in fretta possibile e che dovrà giocare sfruttando gli spazi, concetti che ben si sposano con le caratteristiche di McKennie.

Importante poi un dato prodotto dal centrocampista texano che riguarda il numero di tocchi nell’area avversaria, statistica che unita a quella dei goal segnati (3 in questa stagione) ci fa intuire come sia dotato di un’ottima lettura del gioco che gli consente non solo di essere efficace in zona difensiva ma anche in nella zona offensiva con ottimi tempi di inserimento.

Statistiche della fase di attacco di Weston McKennie con in evidenza i tocchi in area di rigore avversaria (Soccerment)

 

Un goal segnato da McKennie con la maglia degli USA che dimostra la sua qualità nell’attaccare lo spazio, in questo caso nell’area giamaicana, trovando i giusti tempi di inserimento .

 

Dettaglio dal derby giocato tra Schalke 04 e BVB nel quale si vete Weston McKennie leggere con un tempo di gioco la situazione è, con grande dinamicità, attaccare l’avversario in procinto di ricevere la palla ( che verrà recuperata per dare vita ad una transizione positiva).

 

Il ragazzo si può, a tutti gli effetti, considerare il primo vero acquisto della Juventus targata Andrea Pirlo, non solo per un fatto temporale ma per una questione di caratteristiche tecnico tattiche, non resta che vederlo all’opera, mettendo in pratica le idee del Maestro.


JUVENTIBUS LIVE