Chi si spaventa per un 4 a Khedira?

di Leonardo Dorini |

Mondiale strano, per i tifosi italiani; di norma, ci si scanna sulla prestazione dei propri beniamini; noi juventini, che abbiamo spesso dato l’ossatura alla squadra nazionale, lo sappiamo bene. Ora l’inedita situazione di non avere questa amabile scocciatura… nessuno che dica “Ecco, se non c’era Del Piero (o Buffon, o Chiellini, o Bonucci – o tutti insieme) … ah, allora sì avremmo giocato meglio!”.

In questo mondiale strano, siamo lì a vedere le prestazioni dei nostri, a capire quale contributo hanno dato o potevano dare: da qui alla finale sarà un crescendo. E, se si arriva a mettere in discussione Messi per una partita opaca (e un rigore sbagliato), figuriamoci cosa può succedere per qualche più anonimo bianconero (piano, anonimo ci sarai tu!).

In questo scenario strano, mi ha fatto impressione vedere un “4” sulla pagella di Sami Khedira dopo Germania-Messico.

Ho visto solo la prima parte del match e in realtà il numero 6 mi era parso piuttosto tonico, toccare molti palloni, provarci; ma poi, leggo che è stato sostituito (entra Reus dopo un’ora di gioco); 4 in pagella, nel quadro di una prestazione pessima dei campioni del mondo: statici, poche idee, poca aggressività… una nazionale di vecchietti, si direbbe (ma c’è da scommetterci che non sarà così, anche perché le ultime Juve erano più vecchie).

Noi conosciamo bene Khedira: spesso lo abbiamo visto lì, bazzicare svogliatamente a metà campo; ma, poco dopo, lo vedevamo anche in uno dei suoi inserimenti in area, andare in gol, o andarci vicino; ed effettivamente, nella stagione scorsa Sami ha fatto il suo record di gol: 9, uno più di Insigne, uno meno di Callejon, Cutrone e Politano – che però sono tutti attaccanti.

Nella partita di campionato col Milan allo Stadium, abbiamo anche maltrattato Allegri che non sostituiva questo “cadavere” ed eccolo sfrecciare sul lato sinistro dell’area, imbeccato dal solito Douglas Costa, e mettere un assist perfetto per Cuadrado; e, poco dopo, mettere il 3-1 definitivo, a risolvere una partita complicata.

Quindi Loew ha sbagliato a sostituirlo? Non ci permetteremmo mai di criticare il commissario tecnico dei Campioni del Mondo; solo che noi Khedira lo conosciamo bene (sappiamo che può anche essere irritante) e all fine ci piace vederlo in campo, quando i ritmi si abbassano e lui spicca, come un maratoneta che tiene il suo passo, ordinato, metodico… e pian piano, poi, li passa tutti, quelli che sono partiti troppo forte.