Vi dico cosa pensare

di Vincenzo Ricchiuti |

A sentire la radio che ascolto siamo finiti ed Allegri sta già nel camion travestito da soldato tedesco. Sono un cortigiano e quindi vi dirò solo cose belle ma fuori moda.

Allegri non è in discussione. Anzi. Questa squadra non riesce a vivere serenamente, non dico vincere ma semplicemente vivere, tre partite la settimana. Non ce la fa. Non è colpa di nessuno. Con Allegri tireremo avanti comunque. Senza Allegri saremmo forse nel migliore dei mondi possibili ma non sarebbe questo di mondo: senza Allegri staremmo all’altro mondo da un pezzo. La gara di ieri era probabilmente da pareggiare comunque benché la Fiorentina meritasse di più. Occasioni se ne sono avute. Sarebbe bastato poco per portarci a casa un risultato nonostante tutte le imperfezioni tecniche esibite. Nonostante lo stato catatonico dei nostri falli, già non pervenuti dalla gara di Coppa. Nonostante un Marchisio in fase di rigetto, un Cuadrado che in rifinitura non ne azzecca più mezza, un Dybala che prima ci ha reso dipendenti e poi si è messo a centellinarsi per alzare il prezzo non del cartellino sennò mi querela ma del nostro bisogno come carinamente fece notare Allegri a Doha. Nonostante i vecchi della difesa siano nel mirino degli sfascisti di ieri e domani. Nonostante Chiellini riconosca quanto servisse quel super uomo di quel Pogba lusso-criticato dagli stessi sfascisti di ieri ed oggi. Nonostante un po’ si, certo, i vecchietti sono andati sul serio ma non seriamente se Chiello, miglior dichiarazione extra gara dai tempi in cui Lippi denunciò preventivamente il 5 maggio del gemellaggio annunciato nell’indifferenza mediatica generale, non invocasse l’erezione degli stessi muri invalicabili che facevamo quando Alex Sandro poteva stare in panchina.

Le fughe dalla realtà in cambio della verità sono le tipiche tracce dell’esistenza di vecchi. Ma con Allegri chi c’è c’è tireremo meglio di avanti cioè tireremo nello specchio della porta. Non nello specchio della vanità dei critici. Nonostante loro, nonostante abbiate purtroppo i vostri pensieri. Nonostante tutto insomma vi dico che dovete pensare bene. E non ripetere le stesse cose sbagliate di sempre. La Juve in qualche modo poco simpatico e molto pratico andrà sino alla fine come ha sempre fatto. Rincon imparerà che anche ai vertici bisogna fare figure di merda cartellino dopo cartellino. La fine stessa dovrà capire a furia di botte che daremo a chi arriva arriva che non è il caso di ritornare più fino a noi.