Verso Juve-Lione: i nostri precedenti in Champions ad agosto

di Nevio Capella |

Venerdì sera tornerà a suonare nel cielo di Torino l’inno più solenne del calcio mondiale, quello della Champions League, ma non sarà la prima volta che ciò accade nel mese di agosto.
Esistono infatti due precedenti di Champions “agostana” giocata dalla juventus che risalgono alle due occasioni in cui la vecchia signora ha dovuto guadagnarsi il tabellone principale della coppa dalle grandi orecchie disputando il turno preliminare.
Parliamo delle stagioni 2004-2005 e 2008-2009 che i bianconeri iniziarono ufficialmente proprio con il preliminare di Champions, fronteggiando con esito positivo in entrambe le circostanze due compagini non esattamente irresistibili e alle quali evidentemente approccarono con meno preoccupazioni di quelle che oggi abbiamo pensando al Lione.

Nel primo dei due casi la juventus è quella appena presa da Fabio Capello che eredita dall’ultimo ciclo Lippi l’incombenza del turno preliminare europeo che la vede opposta agli svedesi del djurgarden: la partita di andata disputata il 10 agosto 2004 è un mezzo incubo perché tra la fine del primo tempo e l’inizio del secondo la juve si ritrova incredibilmente sotto di due gol grazie soprattutto ad una prestazione difensiva sconcertante di Legrottaglie che infatti, al pari di Miccoli, titolare come lui quella sera, saluterà ben presto la compagnia.
I gol di Trezeguet ed Emerson rimettono le cose parzialmente a posto fissando il punteggio finale sul 2-2 e rendendo necessaria una vittoria nella gara di ritorno in Svezia, una vittoria che arriverà, netta, per 4-1 grazie ai soliti Del Piero, Nedved e ancora Trezeguet, non senza qualche brivido dopo essere stati raggiunti sul 1-1 nei primi minuti.
Il percorso europeo di quella juve terminerà poi nella primavera successiva al cospetto del liverpool di Rafa Benitez, futuro campione d’Europa nell’incredibile finale di Istanbul contro il milan.

Passano quattro estati e un tornado giudiziario di proporzioni indicibili, e la juve è di nuovo costretta a giocare il preliminare, ma questa volta sia il doppio incontro con gli slovacchi dell’artmedia che la conseguente possibilità di ritornare nel calcio che conta sono visti con una gioia e un’adrenalina diverse, a testimonianza della voglia di tutto l’ambiente juventino di tornare a sognare in grande.
Questa volta ci sono decisamente meno problemi e la pratica viene sbrigata nella gara di andata, vinta 4-0 con reti di Camoranesi,  Del Piero (magnifico destro a giro dei suoi da fuori area), Chiellini e quel Legrottaglie che nel frattempo è rientrato alla base.
La gara di ritorno sarà una semplice passerella finita 1-1, mentre anche in questa occasione il nostro percorso europeo si fermerà in primavera e al cospetto di una squadra inglese, il Chelsea.

Ci sarebbe infine un terzo precedente di juventus europea estiva, ma in questo caso si tratta della coppa Intertoto disputata e vinta con tre doppi turni ad eliminazione diretta per poter accedere alla Coppa Uefa, in una stagione che si concluderà disgraziatamente nella piscina di Perugia e contrassegnata dal difficile ritorno al calcio giocato di Del Piero dopo il terribile infortunio di Udine e, proprio in quell’estate, dall’inopinata cessione di Thierry Henry all’Arsenal.


JUVENTIBUS LIVE