Varriale e la fake su Ramos-Chiellini: il giornalismo italiano

di Sandro Scarpa |

Ieri sera il vicedirettore RAI Sport e supervisore del calcio in RAI, il giornalista di lunga data, Enrico Varriale, famoso per il suo malcelato tifo per i colori del Napoli, ma soprattutto per i reiterati tweet anti-Juve, l’ha fatta grossa.

Ecco il tweet del vicedirettore:

Ramos la tocca piano quindi, rispondendo per le rime a Chiellini che nel suo libro in realtà ha esaltato il difensore spagnolo “il migliore, quel fallo su Salah è stato un capolavoro” come un Felipe Melo qualsiasi.

Il punto è che chiaramente quello screen su Ramos è clamorosamente fake. Se ne accorgerebbe anche un bambino, in epoca di false dichiarazioni riportate  in modo surreale su post Facebook e twitter di account deliranti.

Il fantomatico giornalista Juan Carlos Muguets (qualche richiamo a Mughini) non esiste, la Radio Madrid 103.3 (la frequenza di isoradio) ovviamente non esiste e Ramos non ha rilasciato alcuna dichiarazione sull’estratto del libro di Chiellini.

È palese che Ramos non avrebbe mai potuto rispondere in quel modo ad un ELOGIO da parte di Chiellini, mai nella vita avrebbe potuto dare del rosicone a Giorgio elencando i suoi trofei e men che meno avrebbe chiuso con sospetti sulle vittorie juventine.

Lo screen è chiaramente opera di qualche disagiato anti-Juventino che mette in bocca al campione spagnolo la solita litania trita, peraltro dando sfoggio di analfabetismo funzionale riguardo al senso delle parole di Giorgio sul centrale madridista.

Ed è incredibile, ma anche emblematico del racconto calcistico in Italia e della competenza e professionalità di alcuni giornalisti sportivi, che il capo del calcio sulla Rai, ci caschi come un boomer un po’ tonto. La forma mentis antijuventina acceca, il tifo impastato alla scarsa capacità di fare il proprio lavoro deborda in questi rilanci di bufale ridicole. 

Era successo ad un altro campione dell’antijuventinità –Maurizio Pistocchi– di rilanciare un altrettanto clamoroso screen fasullo con Ranieri che trionfando col Leicester attaccava la Juve.

Non contento, una volta accortosi delle centinaia di segnalazione relative alla bufala, il vicedirettore non corregge ma incalza:

Non solo non verifica, corregge, si scusa e tace, ma persevera nel dubbio e nella logica di una polemica che non esiste. Le basi, manco quelle!

Grazie RAI Sport per aver designato Varriale al comando della divisione calcistica, grazie ai social per averci svelato l’incompetenza e la faziosità di molti professionisti, grazie all’ottimo Enrico, per darci sempre di più la conferma di come il calcio sia raccontato in Italia da 40 anni a questa parte.