Una nottata con il PSG under 19

di Juventibus |

E’ di nuovo tempo di conferenza stampa per Maurizio Sarri, che si è presentato davanti ai microfoni per presentare la sfida contro il Genoa del neo allenatore Thiago Motta. Come sempre, è stata un conferenza breve e concisa, come oramai il mister ci ha abituati.

Le prime parole riguardano l’uomo nel mirino, Federico Bernardeschi, che Sarri non ha esitato a difendere pubblicamente, dopo l’errore sotto porta in Puglia. “Sta bene“.

Douglas è si tornato in gruppo, ma Sarri ha fatto capire che potrà essere arruolabile solo in panchina, visti i pochi allenamenti con la squadra. Sollievo per Pjanic e Higuain, usciti malconci dalla sfida contro il Lecce, e che molto probabilmente riposeranno.

Sarri ha dato anche uno spunto tattico interessante; senza Higuain, nessun 4-3-3. Questo significa che l’ex tecnico di Napoli e Chelsea non crede ciecamente in un Dybala falso 9 nel tridente. Molto probabile che le ultime prestazioni, che hanno visto Dybala in moltissime occasioni abbassarsi per cercare il pallone in trequarti, abbiano spinto Sarri ad accantonare il progetto Dybala attaccante centrale. Quindi, molto improbabile per la sfida dell’Allianz l’avanzamento di Cuadrado nel tridente offensivo.

Sarri ha anche specificato che non lascerà fuori contemporaneamente Bonucci e de Ligt, e che quindi, un eventuale turn over in difesa potrebbe riguardare solo uno dei centrali.

Parlando di squadra, MS ha elogiato la crescita dei suoi ragazzi, rimarcando quanto ci sia ancora molto potenziale inesplorato, specialmente per quando riguarda la fase realizzativa. Per MS, il problema è soprattutto mentale. Si è anche compiaciuto dei miglioramenti in fase difensiva, asserendo che in questo campionato si stia segnando molto di più.

Un più che giusto accenno al Genoa; MS si è dichiarato sorpreso dall’impatto di Thiago Motta, ma ha voluto rendere merito al lavoro di Andreazzoli, che ha abituato la squadra al palleggio. In più, ha anche confessato di aver visionato le partite dell’Under 21 del PSG, l’unica squadra fin qui allenata da Motta prima dell’approdo a Genova. Una cosa che, conoscendo il mister, non stupisce per niente.


JUVENTIBUS LIVE