Una Juve modello Bundesliga?

di Roberto Nizzotti |

La stagione sta per cominciare e, a tal riguardo, Mister Andrea Pirlo ha parlato ai microfoni di Juventus TV, esprimendo le impressioni dopo la prima settimana di lavoro.

Oltre a dichiararsi soddisfatto dell’approccio dei giocatori, che ben hanno risposto alle nuove metodologie di lavoro affrontandole con un nuovo entusiasmo, parola quest’ultima che è praticamente un mantra di questa nuova stagione juventina, Andrea Pirlo in merito a come dovrà essere la sua Juve e da che aspetti si potrà capire che il percorso di crescita e “trasformazione” è in corso, ha risposto a specifica domanda sottolineando, prima di tutto, che ci vorrà tempo, concetto troppo spesso non considerato, per vedere la sua Juve,  che spera, fin dalla prima giornata, di vedere applicare alcuni principi, soprattutto a centrocampo, e che una caratteristica che non dovrà mai mancare sarà l’aggressività, il recuperare presto la palla citando, a sottolineare l’importanza di quest’ultimo concetto, il fatto che le squadre che sono arrivate a giocarsi l’ultimo atto della Champions sono tutte leader in questa statistica.

Controllando rapidamente sul sito Fbref, si può effettivamente notare l’esattezza di quanto detto da Pirlo e, guardando più nel dettaglio, come nelle prime 10 posizioni ci siano 3 squadre della Bundesliga, 2 nelle prime 2 posizioni, e ben 4 allenatori tedeschi nelle prime 6 posizioni, con gli altri due posti occupati da Guardiola e dal Barcelona, referenti in fatto di pressione e recupero immediato del pallone.

Dati da FBref

Il dominio tedesco in questo aspetto del gioco si può far risalire al Gegenpressing messo in atto dal Borussia Dortmund di Klopp, concetto poi migliorato, implementato da Guardiola nella sua esperienza in Bundesliga riuscendo a fondere il suo stile di gioco al ritmo e verticalità tipica del calcio tedesco e portato avanti dalla nuova leva dei tecnici teutonici capitanati da Tuchel e Nagelsmann.

Se tutto andrà come deve andare, e personalmente sono fiducioso in merito, è ipotizzabile aspettarci una Juventus che, come atteggiamento, guardi al mondo Bundesliga, una squadra che impone grande ritmo alla gara, con gioco posizionale, movimenti continui e ben sincronizzati volti a creare spazi e ad attaccarli, una squadra in grado, fin dalle prime battute della gara, di dominare e indirizzare l’esito dell’incontro.

Riuscire a ripetere quanto fatto dal Bayern Munich di Flick sarebbe l’epilogo perfetto.


JUVENTIBUS LIVE