Barcellona-Juventus: tutti i numeri di una vittoria storica

di Nevio Capella |

Sicuramente il Barcellona che è stato triturato a domicilio dalla Juventus non è nella sua versione migliore né lontanamente paragonabile alla squadra che incuteva timore solo a leggerne il nome, ma esiste un riscontro particolare che poi certifica a dovere la reale dimensione di un’impresa sportiva e dei risultati conseguiti: i numeri, che io in particolare amo, e che dicono (quasi) sempre la verità.

Da quando esiste la Champions League, i catalani hanno disputato 129 doppi incontri, 78 nei gironi e 51 ad eliminazione diretta, perdendo tra le proprie mura in appena 11 occasioni delle quali solo 4 senza riuscire a fare gol, e una sola, prima di martedì, subendone 3.

La Juventus, assieme al Bayern Monaco, è l’unica squadra ad aver vinto due volte al Camp Nou, e unica italiana ad averlo fatto con il Milan che però ha vinto in una sola occasione (1-2 nella fase a gironi dell’edizione 2000-2001), oltre che la prima della storia a vincere realizzando tre reti.
Inoltre, i bianconeri sono gli unici ad aver concluso in queste 29 edizioni di Champions due partite in casa dei blaugrana senza subire reti (va da se che a sua volta Gigi Buffon sia l’unico portiere a poter vantare tale primato) ma anche i primi ad interrompere una serie di 13 edizioni consecutive in cui il Barcellona aveva vinto il proprio girone di qualificazione alla fase ad eliminazione diretta, e 7 in cui non perdeva una gara in casa.

L’ultimo dato sensazionale riguarda invece la prima delle due volte in cui la Juventus è uscita con il clean sheet dal Camp Nou, nella primavera del 2017, quando riuscì ad iscriversi alla ristrettissima cerchia di squadre capaci di superare il Barca in un turno ad eliminazione diretta senza subire gol, unendosi al Manchester United nel 2007-2008 e Bayern Monaco nel 2012-2013.

I numeri e le statistiche non costituiscono trofei da esibire, di questo siamo consapevoli, ma talvolta possono essere uno strumento di educazione semplice ma efficace per chi ancora pensa di risultare simpatico e arrecare offesa con lo slogan “fino al confine”, così come certe prestazioni, come quella spettacolare fornita dai nostri ragazzi, dovrebbero essere un monito per certi nostri “tifosi” che con troppa leggerezza mancano di rispetto in primis a veri e propri totem della nostra storia, ma anche alla Juventus in quanto tale, dimenticando che nella maggior parte dei casi, se ci sono piccoli traguardi, record o risultati positivi relativi al sistema calcio italiano, sono orgogliosamente associati al nostro nome.