Tridente d’assalto: quanti gol da qui alla fine?

di Sabino Palermo |

15+9+7. Non stiamo dando i numeri a caso, ma sono le statistiche del tridente bianconero ad oggi. La capacità sotto porta degli attaccanti a disposizione di Sarri è migliorata sensibilmente, grazie alla rinnovata linfa del tango argentino formato da Dybala (9 reti) e Higuain (7 centri). CR7 è tornato a volare, dopo una parentesi a vuoto, ed ha cominciato a ritrovare quel cannibalismo che gli ha fatto conquistare il mondo negli ultimi anni. Ma di quanti gol ha bisogno la Juventus in questa seconda parte?

EQUILIBRIO D’ASSALTO – Il tridente è questione di equilibrio. Non ci sarà spazio per sperimentare, ma soltanto di assediare l’avversario e annichilirlo partendo proprio dalla pressione dei centravanti. Tre violini che, numeri alla mano, dovranno ancora una volta prendersi sulle spalle le sorti della compagine bianconera. La sterilità del centrocampo (Pjanic il migliore a quota 3 gol) obbliga Sarri ad affidarsi a loro per ambire ad obiettivi di portata europea.

DIAMO I NUMERI – Previsioni alla mano, il tridente della Vecchia Signora dovrà salire ancor più di livello rispetto alla prima parte di stagione. L’affinità elettiva tra di loro, considerati i 12 assist forniti (di cui Higuain, il migliore, a quota 6), non è più in discussione; ora, però, c’è bisogno di una manovra offensiva che “allarghi” i marcatori della squadra, permettendo al trio di sbaragliare le carte avversarie. Anche perché, numeri alla mano, la Juventus ha vinto 2 partite con 4 reti (Napoli e Cagliari) e 3 incontri con 3 gol. Troppo poco per pensare di dominare in questo secondo scorcio di stagione.

15+15+15, POSSONO BASTARE – Una media scientifica, ma altrettanto personale, mi fa dire che – per lottare fino alla fine – ci saranno bisogno almeno di 45-50 reti da parte del tridente da qui al termine della stagione. 15 a testa, poco importa, ma se volete possiamo suddividerli in questo modo. La richiesta, da parte di staff tecnico e tifosi, è che Dybala e Higuain vadano in doppia cifra (e siamo già a 20) e che CR7 diventi letale nei momenti decisivi della stagione. Quei numeri possono soltanto alzarsi grazie al supporto dei trequartisti che, ad ora, annoverano soltanto 4 reti (2 per Ramsey, 1 per Bernardeschi e Douglas Costa). E quindi sfondare quota 50 è possibile, se non (quasi) obbligatorio.

Ora o mai più. Il tridente alla conquista dell’Europa a suon di gol: questo è ciò che mi aspetto nella Primavera a tinte bianconere.


JUVENTIBUS LIVE