Uno sguardo al Tottenham di Pochettino

di Alex Campanelli |

tottenham

L’urna di Nyon ha assegnato alla Juventus per gli ottavi di finale un avversario ostico, ma non insormontabile: il Tottenham di Mauricio Pochettino. Andiamo a conoscere meglio gli speroni di Londra, dal cammino in Champions League alla formazione tipo

Non esattamente fortunatissimi nei sorteggi europei per la fase a gironi, stavolta gli speroni di Londra non hanno fatto prigionieri e hanno chiuso in vetta il girone più difficile di questa edizione addirittura a 16 punti, coi detentori del Real Madrid e l’imprevedibile Dortmund di Bosz lasciati a giocarsi il secondo posto. L’ottimo impianto di Pochettino raccoglie meritatamente i suoi frutti anche in Europa, poiché due stagioni consecutive a lottare per il titolo hanno abituato il Tottenham a non nascondersi nelle partite decisive, come testimoniato dalle terzine rifilate a Borussia e Real tra le mura leggendarie di Wembley. L’uragano Kane ha deciso finalmente di abbattersi anche sul palcoscenico continentale, spalleggiato dall’hipster e mortifero Dele Alli che con la sua classe indolente ha schiacciato il Real, mentre in fase d’impostazione e rifinitura gli Spurs si affidano allo splendente talento di Eriksen, inspiegabilmente dimenticato dalle big d’Europa e ora probabilmente inacquistabile. Detto del potenziale offensivo, con il nostro Llorente riserva di lusso, il Tottenham dietro ha trovato la quadratura grazie all’inserimento del giovane colombiano Davinson Sanchez in mezzo ai belgi Vertonghen e Alderweireld: Pochettino ha spazzato via le perplessità legate ai 40 milioni per lui versati all’Ajax e ha modellato la retroguardia sul ragazzo, passando al sistema a 3 e venendo ripagato da prestazioni via via sempre più convincenti.
Il Tottenham non possiede certo l’appeal europeo e la storia delle altre compagini in lista, ma un girone così duro vinto in maniera così convincente impone la massima cautela.

Come si è qualificato:

Tottenham – Dortmund 3-1 (Son, Kane x2)
Apoel – Tottenham 0-3 (Kane x3)
Real – Tottenham 1-1 (autorete)
Tottenham – Real 3-1 (Alli x2, Eriksen)
Dortmund – Tottenham 1-2 (Kane, Son)
Tottenham – Apoel 3-0 (Llorente, Son, N’Koudou)

Gol fatti: 15
Gol subiti: 4
Capocannoniere: Kane (6)

Formazione tipo (3-5-2): Lloris; Alderweireld, Sanchez, Vertonghen; Trippier, Alli, Winks (Dembelé), Eriksen, Rose (Davies); Son, Kane.