Juve, ancora senza vittoria: col Toro pari e soliti errori

di Mauro Bortone |

Non c’è stata la prova della svolta contro il Toro per la Juve: finisce 2 a 2 il derby della Mole con una squadra che commette i soliti errori e riacciuffa negli ultimi minuti i padroni di casa, protagonisti di una prova generosa.

La Juve arriva al derby della Mole numero 202 dopo la lunga pausa delle nazionali, successiva alla sconfitta col Benevento, con due casi di positività nel gruppo (Demiral e Bonucci) e con le assenze di McKennie, Arthur e Dybala, esclusi per la nota vicenda della cena. I padroni di casa scendono in campo con un 3-4-1-2 e Sirigu in porta; Izzo, Buongiorno, Bremer; Ansaldi, Rincon, Mandragora, Vojvoda; Verdi; Belotti, Sanabria. La Juve risponde col 4-4-2 atipico di Pirlo con Danilo a centrocampo con Bentancur (titolare dopo il Covid): Szczesny in porta; Cuadrado, De Ligt, Chiellini, Alex Sandro in difesa; Kulusevski, Danilo, Bentancur, Chiesa a centrocampo con Morata e Ronaldo in avanti.

Parte forte la Juve con due occasioni in pochi minuti: al 2’ Morata, servito in profondità sulla sinistra, davanti alla porta ma murato da Sirigu; un minuto dopo, Ronaldo sul secondo palo appoggia di testa per Chiesa che si coordina ma spara alto da dentro l’area; passano sessanta secondi e Chiesa è a tu per tu con Sirigu: botta dell’ex viola, il portiere respinge coi pugni.

Si vede al 6’ il Torino con Ansaldi che sguscia sulla fascia, mette in mezzo per Mandragora che si aggiusta il pallone e calcia un diagonale al lato. I granata chiedono un rigore per un intervento in area di De Ligt che anticipa il “Gallo” Belotti dopo una palla persa da Alex Sandro con l’ex Rincon. Al 13’ la Juve passa in vantaggio con Chiesa: dai e vai sulla sinistra con Morata, l’esterno arriva davanti a Sirigu e lo punisce con un diagonale preciso.

Al 22’ grande occasione di Rincon servito da Ansaldi: tiro indirizzato in porta stoppato da Alex Sandro. Ma è l’anticipo del pari che arriva cinque minuti dopo, quando Mandragora calcia forte da fuori, Szczesny respinge e sul rimbalzo Sanabria di testa deposita in porta anticipando Chiellini e Sandro. Al 34’ ci prova Ronaldo da fuori Ronaldo ma trova Bremer sulla traiettoria.

Al 43’ cross di Cuadrado per Morata che si libera al centro e stacca di testa: Sirigu respinge. Al 44’ Sandro, sulla sinistra, arriva sulla linea di fondo, crossa per Chiesa sul primo palo ma il portiere del Toro lo anticipa. Al 46’, sull’altro lato, Cuadrado mette dentro per Ronaldo: Bremer sventa in angolo. Finisce il primo tempo sul pari.

Quando si rientra in campo, la Juve pasticcia e regala il vantaggio al Toro. Protagonista in negativo è Kulusevki che dopo 17 secondi sbaglia un retropassaggio che lancia Sanabria: tiro secco dell’attaccante granata, Szczesny poco reattivo sul primo palo e padroni di casa sul 2 a 1. La Juve tenta una reazione rabbiosa ma confusa. Al 52′ da trenta metri botta di Chiesa, il più attivo tra i bianconeri, deviata in corner. Al 53′ Sirigu manda oltre la traversa un colpo di testa di CR7.

Al 61′ tentativo velleitario dalla distanza di Danilo. La Juve prova ad aggiustare la partita ma il Toro è ben messo in campo e la Juve non sembra lucida. Al 69′ Sandro trova Ronaldo in area, che riesce a liberarsi ma di testa va alto. Al 70′ Pirlo tira fuori Kulusevski per Bernardeschi e Ramsey per Danilo. Il Toro ci prova con un calcio di punizione dalla lunga distanza: alto. Nei granata dentro Zaza per Belotti. Al 73′ pericolosa ripartenza di Verdi ma Sanabria non riesce a concludere.

Al 75′ batti e ribatti nell’area granata ma Ronaldo prima viene anticipato e poi di coscia su un cross forte devia alto.

All’80’ arriva il pareggio di Ronaldo: Bernardeschi mette dentro per Chiellini che in mezza girata devia verso la porta, il portoghese spunta alle spalle della difesa e di testa appoggia in rete. Il Var accerta la validità della rete. Il pari rilancia la Juve che attacca con un’azione manovrata che si chiude con un tiro dalla distanza di Bentancur con Sirigu che tocca il giusto per spostarla sul palo. All’83’ cross di Ramsey sul secondo palo, Ronaldo stacca ma non riesce ad angolare.

All’85’ contropiede del Toro con Lukic che porta palla, mentre Zaza porta via due uomini. e calcia da fuori: tiro centrale. Per la Juve dentro Rabiot per Sandro, per il Toro esce Verdi ed entra Baselli. All’89’ stacco di Sanabria con Szczesny che con un colpo di reni devia in angolo.

Quattro i minuti di recupero. Al 93′ Szczesny sventa una punizione pericolosa di Baselli. La partita finisce così.