Ronaldo indica la via: Torniamo ad essere tifosi

di Roberto Nizzotti |

La sconfitta con la Fiorentina, per il pre gara rovinato dalla sentenza ingiusta del CONI, per l’approccio nefasto alla gara che ne ha compromesso l’esito, per il terribile arbitraggio di La Penna che non è una scusante ma semplicemente realtà, ha lasciato nella maggior parte del tifoso juventino rabbia, delusione, nervosismo nei confronti del sistema calcio, dell’arbitro e della squadra stessa, compreso Mister Pirlo, vittima di critiche, alcune costruttive, la maggior parte deliranti.

Purtroppo, o per fortuna, siamo una tifoseria abituata bene in questo decennio e molti di noi faticano ad accettare un passaggio a vuoto, faticano ad accettare l’idea che stiamo attraversando un cambiamento che ha insito in se il rischio che non si vinca.

Questo però non vuol dire che la squadra si stia prendendo un anno sabbatico, assolutamente no.

La Juventus, come racconta la sua storia, deve sempre partecipare per vincere e questa stagione, pur particolare sotto molti aspetti, non è un’eccezione.

Proprio perché il periodo è inusuale considerando l’emergenza COVID, il cambiamento di filosofia calcistica che la società ha scelto di attuare, la mancanza della classica preparazione che obbliga a provare in gare ufficiali, il supporto da parte di noi tifosi bianconeri dev’essere totale.

La delusione per la sconfitta è giusto che ci sia, è normale, ma cerchiamo di fare uno sforzo, di maturare come tifoseria riflettendo sul momento nel quale non possiamo permetterci di avere delle pretese che, a mio modo di vedere, sono spesso ingiuste in una situazione di normalità.

Cristiano Ronaldo, tramite il suo profilo Instagram, ha lasciato una dichiarazione importante dopo la netta, e meritata, sconfitta di ieri vs la Fiorentina, dichiarazione riassumibile per me in due punti chiave:

  1. “Siamo Juventini, semplicemente non possiamo accettare niente che non sia l’eccellenza in campo”
  2. “La stagione è ancora lontana dalla conclusione e alla fine crediamo che festeggeremo ancora una volta con i nostri tifosi. Credete in noi, fidatevi di noi tanto quanto noi ci fidiamo di voi”

Non è il momento dello sconforto, è invece il momento di tifare Juventus ancor più forte, con ancora più orgoglio.

Torniamo a tifare, non è difficile.


JUVENTIBUS LIVE