Top e Flop della mia decade bianconera

di Riceviamo e Pubblichiamo |

Il termine di questa decade ha stimolato le migliori penne a buttare giù articoli su bilanci decennali in svariati ambiti della vita. Anche io, da semplice tifoso bianconero, oggi contribuisco con un piccolo resoconto. Da quel che leggo in giro, il tifoso medio ha la memoria corta; quindi ogni tanto è bene guardarsi un po’ indietro. Chi scrive ha 28 anni, ha vissuto appieno momenti gloriosi e momenti di alta depressione sportiva, con la consapevolezza che quanto accaduto negli ultimi 10 anni (soprattutto negli ultimi 8) è qualcosa di unico e probabilmente irripetibile. Sentire ora commenti del tipo “ma se non vinci la Champions…”, “si vabbè l’ennesimo scudettino…”, “sì ma contro queste squadre dovremmo vincere sempre 4-0…” e cose del genere, e poi ripensare subito a come eravamo all’inizio della decade appena conclusa fa sorridere.

Ora farò un elenco di partite, alcune magari dimenticate dai più, che mi hanno fatto gioire tantissimo e che mi hanno fatto sprofondare in una profonda delusione (ordinatamente 2 per stagione). Oltre alle partite vorrei ricordare anche tutti i momenti in cui il disfattismo è stato padrone di una grande frangia del tifo bianconero e (altra cosa che fa molto sorridere) ciò è successo all’interno di un ciclo di straordinarie imprese. Ma concentriamoci su quello che è successo in campo, che è l’unica cosa che veramente resta.30/8/2009 Roma – Juventus 1-3 (De Rossi 35′, Diego 25′ 68′, Melo 93′) La Juve sembra rinascere sotto la guida di Ciro Ferrara e appare pronta a riprendersi il vertice della classifica. Brilla la stella di Diego Ribas da Cunha, pezzo pregiato del mercato estivo. Stravedevo per lui…

18/3/2010 Fulham – Juventus 4-1 (Trezeguet 2′, Zamora 9′, Gera 39′ 49′, Dempsey 83′) La Juve di Zaccheroni viene eliminata dall’Europa League con una sanguinosa e inaspettata sconfitta in terra britannica.

12/12/2010 Juventus – Lazio 2-1 (Chiellini 2′, Zarate 14′, Krasic 94′) La Juve di Del Neri trova una vittoria importantissima nei minuti finali con il goal di Krasic. L’esterno serbo riporta alla mente i tempi di Nedved e fa sognare i tifosi.

6/1/2011 Juventus – Parma 1-4 (Giovinco 41′ 48′, Legrottaglie 60′, Crespo 62′, Palladino 93′) La Juve ha appena perso per infortunio il suo uomo migliore Fabio Quagliarella e soccombe in casa contro il Parma di Giovinco. Sconfitta che aprirà l’ennesima crisi bianconera di quei tempi.

1/4/2012 Juventus – Napoli 3-0 (Vucinic 53′, Vidal 75′, Quagliarella 83′) La Juve di Conte strapazza il Napoli con un netto 3-0 e prosegue il proprio percorso in campionato da imbattuta.

2/5/2012 Juventus – Lecce 1-1 (Marchisio 8′, Bertolacci 85′) Un errore di Buffon manda in panico il popolo juventino, con lo spauracchio di poter riaprire la corsa scudetto in favore del Milan.

20/11/2012 Juventus – Chelsea 3-0 (Quagliarella 38′, Vidal 61′, Giovinco 91′) La prima bella e importante vittoria in Champions dopo tanti anni di assenza.

10/4/2013 Juventus – Bayern Monaco 0-2 (Mandzukic 64′, Pizarro 91′) La Juve di Conte, dopo aver perso col medesimo risultato in Baviera, non può nulla contro lo strapotere tecnico e tattico del Bayern del triplete.

11/12/2013 Galatasaray – Juventus 1-0 (Sneijder 85′) La Juve di Conte 3.0 conclude nel peggiore dei modi il girone di Champions: dopo aver buttato via diversi punti, viene eliminata con la sconfitta in Turchia maturata su un campo impraticabile.

11/5/2014 Roma – Juventus 0-1 (Osvaldo 94′) Il goal dell’ex Osvaldo nei minuti di recupero permetterà ai bianconeri di scavalcare il muro dei 100 punti in campionato.

22/10/2014 Olympiakos – Juventus (Kasami 36′) La prima Juve di Allegri sembra soffrire ancora del mal d’Europa dello scorso anno e subisce una brutta sconfitta in Grecia.

18/3/2015 Borussia Dortmund – Juventus 0-3 (Tevez 3′ 79′, Morata 70′) Roboante vittoria in trasferta della corazzata bianconera che strapazza i gialloneri del Dortmund. Da lì troverà la convinzione giusta per arrivare fino in finale.

26/9/2015 Juventus – Frosinone 1-1 (Zaza 50′, Blanchard 92′) La seconda Juve di Allegri, rivoluzionata dal mercato, è molto in ritardo in classifica e non riesce a trovare la vittoria neanche contro la matricola Frosinone, che la pareggia in extremis.

13/2/2016 Juventus – Napoli 1-0 (Zaza 88′) Allegri imbriglia il gioco fluido del Napoli di Sarri e Higuain e vince lo scontro diretto grazie al mancino di Zaza, subentrato nel secondo tempo.

11/4/2017 Juventus – Barcellona 3-0 (Dybala 7′ 22′, Chiellini 55′) La terza Juve di Allegri a 4 stelle (il tecnico a stagione in corso impiega il 4-2-3-1) distrugge il Barcellona grazie ad una doppietta di un galvanizzato Paulo Dybala.

3/6/2017 Juventus – Real Madrid 1-4 (Ronaldo 20′ 64′, Mandzukic 27′, Casemiro 61′, Asensio 90′) La Juve arriva in finale di Champions con tanta convinzione in più rispetto a quella di Berlino di due anni prima. Eppure, nonostante il goal in rovesciata di Mandzukic semmbra una sliding door a nostro favore, l’epilogo non sarà piacevole.

3/4/2018 Juventus – Real Madrid 0-3 (Ronaldo 3′ 64′, Marcelo 72′) Sonora sconfitta della Juve in casa contro il Real. La stessa sera nessuno immagina che al ritorno si arriverà a pochi secondi dal giocarsi i supplementari.

28/4/2018 Inter – Juventus 2-3 (Douglas Costa 13′, Icardi 52′, Barzagli(aut) 65′, Skriniar(aut) 87′, Higuain 89′) La Juve, in palese fase calante dopo l’eliminazione in Champions, riesce a ribaltare l’Inter a San Siro riportando lo scudetto in direzione Torino, quando ormai tutta Italia lo vedeva all’ombra del Vesuvio.

12/3/2019 Juventus – Atletico Madrid 3-0 (Ronaldo 27′ 48′ 86′) L’ultima Juve di Allegri ribalta il 2-0 subito al Wanda Metropolitano con un OneManShow di Cristiano Ronaldo che fa sognare i tifosi.

16/4/2019 Juventus – Ajax 1-2 (Ronaldo 28′, Van de Beek 34′, De Ligt 67′) Il sogno si spegne al turno successivo contro l’Ajax dei ragazzini terribili. Una Juve scarica non riesce a proporre un’opposizione credibile al gioco fluido dei lancieri.

Oggi ci affacciamo in una nuova decade, in un nuovo anno. Impariamo dalla decade appena finita che non è mai detta l’ultima parola fino al triplice fischio dell’ultima sfida ufficiale. Sosteniamo i ragazzi e il nuovo mister fino alla fine della stagione. Poi, come sempre, si tireranno le somme. E’ quasi ingiusto nei confronti dei nostri avversari in Serie A peccare di “pancia piena” al punto da non riuscire a godere di uno scudetto.
Gioiamo e soffriamo insieme….#finoallafine

di Silvio Russo


JUVENTIBUS LIVE