The Pogbank – Un primo occhio ai 72,6 milioni (plusvalenza lorda)

di Mario Sironi |

Secondo i dati ufficiali comunicati dalla Juventus, la cessione di Paul Pogba al Manchester United è avvenuta per 105 milioni di euro a cui vanno aggiunti altri 5 milioni al verificarsi di alcuni eventi, che dovrebbero dipendere da eventuali rinnovi di contratto entro i prossimi 5 anni o dalla cessione ad altri club per importi superiori a 50 milioni. Dunque un bonus non legato a risultati sportivi che verranno eventualmente raggiunti con la squadra inglese, come spesso accade nei contratti di cessione , ma stavolta invece legato a situazioni contrattuali.
La plusvalenza ufficiale è di 72,6 milioni. Molti pensavano che sarebbe stata pari sostanzialmente al prezzo di cessione . Vanno però calcolati il contributo di “formazione giovanile” che la Juve pagò al Manchester nel 2012 trattandosi di giocatore cresciuto nelle giovanili e altri oneri . Quali sono questi oneri? Potrebbero “nascondere” la famosa provvigione dovuta a Raiola per la cessione ? Non è chiaro ad oggi, visto che dovrebbe essere specificato in modo evidente in ragione della quotazione in Borsa della società, oltre al fatto che con ogni probabilità la commissione è stata pagata dell’acquirente, almeno in parte.

Vanno però considerati alcuni aspetti : con il rinnovo contrattuale di qualche tempo fa, il valore di carico del giocatore sullo stato patrimoniale è stato rimodulato. In soldoni Pogba in bilancio non aveva prezzo di inventario pari a zero , come si pensava. Tali rinnovi e in generale i 4 anni di contratto di Pogba trascorsi con la Juve hanno generato poi costi per agenti FIFA per più di 35 milioni nel periodo quadriennale appunto, importi per pesano sul calcolo della plusvalenza.

Ecco dunque che i conti sembrano quadrare. Non vi sono tasse da pagare immediatamente in quanto la plusvalenza da cessione giocatori non ha tassazione separata in quanto l’operazione entra nel bilancio 2016/2017, poiché successiva al 30 giugno. Lo si può notare guardando il bilancio Juve : la gestione diritti calciatori viene inserita tra le voci di ricavo del Conto Economico e partecipa all’utile lordo sul quale la società pagherà le tasse ordinarie.
Operazione a mio avviso comunque strepitosa dal punto di vista finanziario. Dal punto di vista tecnico , lo dirà il campo .