Supercoppa: non poteva non deciderla il “re” delle finali!

di Valerio Vitali |

La Supercoppa Juve – Napoli non poteva che risolverla il “re” delle finali. In una gara sporca, anche il gol del portoghese è etichettabile come “sporco”, sugli sviluppi di un calcio piazzato. Prima del match si temeva molto la possibilità di Zielinski di inserirsi alle spalle della linea mediana bianconera, ma così non è stato. La squadra di Pirlo ha giocato di reparto, corta e compatta tra le linee, ben presente in campo, soprattutto nella metà avversaria (il numero di tocchi e di palloni giocati ne sono la testimonianza).

In un match molto tattico dove sia Juve che Napoli si sono rispettate molto, è servito il cinismo e anche quella compattezza che si sono richiesti nel post Inter. Antichi valori che hanno contraddistinto e marcato fortemente questi ultimi 9 anni e che stasera si sono rivisti. I calciatori bianconeri si sono dimostrati molto “solidali” l’uno con l’altro, dimostrando grande spirito di sacrificio. All’interno di questo quadro bisogna sottolineare ulteriormente le prove alquanto generose di McKennie e Kulusevski che hanno speso molto per la causa sull’out di destra dove anche il ritorno di Cuadrado è stato manna dal cielo.

Sintetizzando forse al massimo l’esito di questa Supercoppa possiamo dire che la differenza l’ha segnata il duello a distanza tra Cristiano Ronaldo e Insigne. I due più attesi alla vigilia. I due che hanno deciso le sorti di un incontro che fino ad allora è stato bloccato e tirato. Il primo non ha fallito sotto porta, il secondo ha fallito a porta vuota.

Il calcio si è dimostrato ancora una volta molto “episodico” ma gli episodi non sempre remano dalla propria parte senza un motivo e i 95′ di questa sera giustificano la buonissima prova di una squadra, quella bianconera, che ha messo in campo qualcosa in più, soprattutto a livello tecnico. Di questo Juve – Napoli resta il primo trofeo di Andrea Pirlo da allenatore. Le sue lacrime e la sua corsa ad abbracciare i ragazzi al triplice fischio finale. Uno sprint di eccezionale entusiasmo per il proseguo di questa stagione. “Un rinnovato entusiasmo” cit.