Su Pogba e Higuain

di Davide Terruzzi |

Higuain e Pogba. Non si sfugge da questo binomio. Anche se si e’ in vacanza e le notizie arrivano un po’ ovattate. Partiamo da qualche dato di fatto: Paul Pogba e’ attualmente il giocatore di maggior valore tecnico della Juventus e ne e’ inequivocabilmente l’uomo immagine; Paul e’ giovane, estroverso, esuberante, fortemente riconoscibile. Il suo valore sul campo e’ indiscutibile: dominante e straripante nel nostro campionato, maturato tatticamente tanto da diventare il miglior centrocampista difensivo, e’ cresciuto notevolmente nella sua esperienza bianconera. Non e’ ancora uno dei giocatori piu’ forti del mondo e per lui sarebbe meglio continuare a crescere in un ambiente altamente competitivo e con una squadra che gli permette di lottare per i maggiori obiettivi. La Juventus dovrebbe fare di tutto per trattenerlo il piu’ lungo possibile a Torino sapendo che il suo destino lo portera’ al Real o al Barcellona, quei due club cioe’ cui tutti puntano; ma non ora, non oggi. La Juventus deve trattenere i migliori giocatori, rinunciando alla linea comunicativa “ha deciso il calciatore”; si puo’ e si deve offrire a Paul un aumento e si ha tutta la forza per farlo. In un momento di crescita in cui si ha l’obiettivo ambizioso di essere sempre una candidata seria per la Champions non e’ ragionevole vendere il miglior giocatore e l’uomo copertina.
Nemmeno se la sua cessione dovesse portare a finanziare l’acquisto di Higuain. Alla Juventus manca un centravanti, un calciatore in grado di raggiungere tranquillamente la doppia cifra in Italia e in Europa; la differenza la fanno anche, specie in ambito continentale, i gol degli attaccanti come insegnano Real e Barcellona. La Juve ora non ha un nove di assoluto valore; Dybala e’ un’eccezionale seconda punta, Mandzukic un grimaldello prezioso, Pjaca e’ da scoprire, Zaza non offre grandi garanzie. L’attacco della Juventus attualmente non e’ all’altezza del valore degli altri reparti ed e’ inferiore a quelli delle concorrenti europee; Higuain e’ un mostro tecnico, non solo un uomo d’area di rigore ma anche un prezioso e intelligente assist man. Sa giocare a calcio, in poche parole.
Costa pero’. Parecchio, molto, tantissimo. Un suo acquisto, pagando clausola e con un contratto di cinque anni sui 7,5 annui, avrebbe sul bilancio un impatto sui 34 milioni all’anno; il costo di Pogba attualmente si aggira sui 9. Questo significa che sarebbe piu’ sostenibile aumentare la cifra offerta annualmente a Paul. Comprare Higuain vendendo Pogba non pare dunque possa avere grande senso razionale: tolti i discorsi legati al marketing, economicamente sarebbe una scelta illogica e non andrebbe a migliorare la squadra che acquisterebbe un grande attaccante ma perderebbe uno dei giocatori piu’ forti. Rinnovare il contratto, vendere quei giocatori in esubero e comprare Higuain sarebbe un capolavoro logico e funzionale alle esigenze della squadra. In alternativa, meglio vendere Zaza e comprare un attaccante giovane di sicuro valore offrendo ad Allegri una rosa profonda consentendogli la possibilita’ di far uso di un turnover razionale.