La strada di Pirlo è quella giusta, ma basta errori

di Antonello Angelini |

Premessa: ho in grande simpatia Andrea Pirlo ed il suo progetto di una Juventus DOMINANTE e con un gioco europeo.
Sono però nero di rabbia. Un pareggio che è peggio di una sconfitta. Come si può sbagliare varie volte il raddoppio? anche Ronaldo ha le sue colpe, non passa la palla quando deve, stoppa male un pallone in 4 contro 3. La Juventus domina 65 minuti. Gioco decisamente buono su un campo ostico dove sia Sarri che Allegri hanno spesso faticato e perso. La Lazio era rimaneggiata, anche questo bisogna dirlo.
Dopo il 65’, la Juventus inizia ad abbassarsi purtroppo Ronaldo e Morata vengono sostituiti e i sostituti non sono all’altezza. Bernardeschi e Dybala non tengono un pallone lì davanti, non prendono una punizione. Penosa la sceneggiata di Dybala che si prende la caviglia e si rotola per terra nemmeno toccato. Dove è finito il Dybala dello scorso anno? Bernardeschi purtroppo è da 2 anni che non solo non si è evoluto, ma ha avuto una involuzione. Unica partita degna di nota quella contro Atletico Madrid.
Ma comunque sia arrivi al 90’ in vantaggio.
Ed una volta che ti trovi al 90’ in vantaggio 0-1, in una partita decisiva non puoi, la Juventus non può essere così superficiale ed ingenua. Come sia possibile per Dybala, non pressato da nessuno, regalare una rimessa laterale al 94’ meno 10 secondi, non lo capirò mai.
Capisco che non vi erano alternative a Dybala e Bernardeschi, ma davvero vorrei invitare Andrea Pirlo a non farceli più rivedere in campo sino a che non saranno tornati in una forma decente. Per Dybala una punizione ulteriore: per un mese in allenamento non potrà più toccare la palla con il sinistro. SOLO DESTRO. Questo vizio dei mancini di non saper nemmeno salire sull’autobus con il destro è insopportabile. Così come fece Zambrotta, che imparò a calciare decentemente con il sinistro, anche Dybala deve saper gestire l’ ordinaria amministrazione con il destro. Altro che 15 milioni di ingaggio.
La Juventus ha buttato già 6 punti dalla finestra. Due pareggi per sfortuna e arbitraggi sfortunati, altri due contro al Lazio per superficialità. Le grandi squadre si vedono anche da queste cose. Potrei e dovrei parlare delle buone prestazioni di molti: penso a Bentancur, Cuadrado , Morata, Danilo, Bonucci. Ma poi tutto questo viene oscurato dalla arrabbiatura di aver perso l’ ennesima occasione.
BASTA ERRORI. Davvero BASTA !!

JUVENTIBUS LIVE