Spiace. Che serata nefasta in Champions!

di Alexander Supertramp |

Spiace.

Spiace per Inter e Napoli, eliminate sorprendentemente dalla Champions nella stessa nerissima serata.

Spiace per la Gazzetta, che solo qualche settimana fa intravedeva le orme ed i profumi antichi dell’anno del triplete. Cambiare segugi.

Spiace per gli uruguagi, con la loro garra charrua. Ci avevano detto che solitamente, nel calcio, nei momenti topici, hanno ragione loro, invece questa volta “l’hanno presa” gli inglesi, con un gol di un brasiliano addirittura. #SanSirazo

Spiace per il Social Media Manager del Napoli, che esponeva con orgoglio il primato di imbattibilità tra le squadre Italiane in questa campagna europea, rimarcando implicitamente la contemporanea sconfitta della Juve con il Manchester United, oltretutto appena dopo aver fallito un importante match Point in casa con il Psg.
“Aaah la vanità, il mio peccato preferito.” Direbbe l’iconico Al Pacino de – L’avvocato del Diavolo. –

Spiace per Ancelotti… Che si era sbilanciato.

Spiace per Modric.

Spiace per il Market pool. Con l’anticipata eliminazione di due delle quattro contendenti Italiane, gli ingaggi televisivi andranno ad aumentare non di poco conto le loro percentuali per le nostre squadre ancora in corsa. “O’ fatturat…”

Spiace infine davvero molto, per tutti coloro vedevano nella Champions League, un’opportunità molto più aperta e regolare rispetto al necrotico campionato italiano. Senza i pesanti conflitti d’interesse nostrani, senza Eurovita, senza le famigerate gestioni dei cartellini ed i prepotenti poteri mediatici.

 

 

 

Spiace. Ma ci rialzeremo!