Spadafora: CR7 ha violato il protocollo. Agnelli: Si faccia spiegare come funziona

di Juventibus |

Il Ministro dello Sport Spadafora ha dichiarato che Cristiano Ronaldo ha violato il protocollo anti-Covid tornando in Italia? Beh, Spadafora deve chiamare il Ministro dell’Intero e quello della Salute e deve farsi spiegare bene cosa avrebbe violato Ronaldo. Noi applichiamo il protocollo federale“.

Con queste parole nette e sferzanti, durante l’Assemblea degli Azionisti, Andrea Agnelli ha risposto alle illazioni del Ministro dello Sport Spadafora, che in una trasmissione radiofonica di Radio 1 “Il Mix delle 5” ha cosi risposto a Gianni Minoli: “Penso che Ronaldo abbia violato il protocollo, se non ci sono state autorizzazioni specifiche dell’autorità sanitaria”. 

Le parole (gravi) del Ministro cozzano infatti sia con l’annuncio puntuale della Juventus ieri al ritorno di Cristiano:

 …sia con le dichiarazioni del responsabile della Direttrice Generale della Salute portoghese Graca Freitas, rilasciate oggi al periodo “A Bola”: “Ronaldo trattato come qualsiasi altro calciatore tornato nel paese di residenza, così come con Antony Lopes e José Fonte tornati in Francia. E‘ una procedura obbligatoria dell’UE che vale per tutti i cittadini che si trovano in Portogallo ma hanno la residenza altrove. Il trasporto in condizioni di sicurezza avviene sotto la responsabilità e a carico del malato, dopo aver firmato una dichiarazione in cui s’impegna a proseguire l’isolamento a casa sua, e dopo valutazione delle autorità sanitarie. Una volta arrivato in Italia entra sotto la giurisdizione delle autorità sanitarie locali».

Quindi Cristiano è tornato a Torino per trascorrere il suo periodo di quarantena con autorizzazione sia delle autorità sanitarie portoghesi che di quelle italiane, mentre Spadafora continua con le dichiarazioni poco felici. Lo stesso Ministro, tifoso del Napoli, sembra molto più “ferrato” sulla questione della decisione del Giudice Sportivo su Juventus-Napoli e a Minoli rilascia queste dichiarazioni che sembrano quasi un auspicio: “Sentenza di cui prendo atto e vediamo adesso cosa accadrà con il ricorso del Napoli”.