Guida al sorteggio della fase a gironi della Champions League

di Alex Campanelli |

sorteggio

Ancora qualche ora e la Juventus conoscerà il proprio destino per la fase a gironi della Champions League; alle ore 17, presso gli RTS Studios di Ginevra, avrà inizio la cerimonia di sorteggio dei raggruppamenti della massima competizione internazionale per club.

Quali sono i principali pericoli per la Juventus? Divise prima per fasce e poi in ordine di pericolosità da 1 a 6 stelle all’interno delle stesse, ecco tutte le possibili avversarie della squadra di Pirlo.

Seconda fascia

Non stanno attraversando il loro miglior momento, ma Manchester City e Barcellona sono da evitare come la peste, soprattutto per una squadra in fase di rodaggio come potrebbe ancora essere la Juve alle prime uscite europee. Appena al di sotto di esse c’è l’Atletico Madrid, squadra sempre fastidiosissima da incontrare nella fase a eliminazione diretta ma che potrebbe lasciar per strada qualche punto nei gironi; la poniamo comunque sopra al Chelsea di Lampard, un cantiere apertissimo nonostante i tanti volti nuovi di valore, e ai sempre poco decifrabili Borussia Dortmund e Manchester United. Chiudono la fila Ajax e Shakhtar Donetsk, nelle loro versioni meno convincenti, accendete un cerino e sperate in un viaggio in Olanda o in Ucraina.

Barcellona ★★★★★★
Manchester City ★★★★★★
Atletico Madrid ★★★★★
Chelsea ★★★★
Borussia Dortmund ★★★★
Manchester United ★★★★
Ajax ★★
Shakhtar Donetsk ★★

Terza fascia

La presenza di tre italiane riduce fortemente la cerchia delle papabili avversarie; potendo scegliere, eviteremmo le due compagini della scuderia Red Bull, con ovvia precedenza al Lipsia sul Salisburgo, una squadra arrivata in semifinale lo scorso anno non certo per caso, competitiva nonostante la cessione di Werner. Tra le tre rimanenti, gli esordienti del Krasnodar sono forse tra le squadre meno attrezzate dell’intera competizione, così come una Dinamo Kiev dall’età media bassissima e con ridotta esperienza internazionale, appena dietro ai greci dell’Olympiacos, non irresistibili ma rinforzatisi con diversi uomini d’esperienza come Rafinha e Holebas.

Lipsia ★★★★
Salisburgo ★★★
Olympiacos ★★
Dinamo Kiev ★
Krasnodar ★

Quarta fascia

Almeno sullo stesso livello della fascia precedente per valore assoluto delle squadre presenti, tra grandi ritorni ed esordienti da temere. Anche qui in testa alle squadre che preferiremmo si accasassero altrove mettiamo una tedesca, il Borussia Moenchengladbach di Marcus Thuram e dell’ottimo tecnico Marco Rose, più o meno alla pari col Marsiglia di Villas-Boas e Payet, che comunque preferiremmo rispetto ai puledri. Un po’ più indietro la Lokomotiv Mosca, che ci ha creato non pochi grattacapi lo scorso anno ma che ha visto partire verso Bergamo il migliore dei gemelli Miranchuk, e l’Istanbul Basaksehir, per la prima volta alla fase a gironi ma puntellato di giocatori navigati. Chiudono il lotto altri esordienti, i francesi del Rennes e i danesi del Midtjylland, insieme al vecchio e glorioso Ferencvaros, tornato in Champions a 25 anni dall’ultima apparizione, e ai giovani belgi del Bruges.

Borussia Moenchengladbach ★★★
Marsiglia ★★★
Lokomotiv Mosca ★★
Istanbul Basaksehir ★★
Rennes ★
Bruges ★
Ferencvaros ★
Midtjylland ★