Il sondaggio che dimostra perché la Juve interessa così tanto

La Juventus è o non è la squadra più odiata d’Italia? Un sondaggio – “European Football Benchmark” effettuato da Statista – dichiara che i bianconeri sono stati superati dall’Inter, per due punti percentuali (40 a 38) come squadra più odiata d’Italia.
Premettendo che in merito mi sento un hipster, il risultato è, con tutta probabilità, contestabile, sotto diversi punti di vista.
Quello che non è contestabile, però, è un altro dato: su un campione, più o meno ampio, solo il 12% degli intervistati non dimostra interesse positivo o negativo nei confronti della Vecchia Signora.
I fan della Juventus arrivano a un aggregato pari al 49% (39 i tifosi, 10 i simpatizzanti ogni 100 intervistati) che sommato al 38% di “haters” regala ai bianconeri la palma di squadra più interessante d’Italia, nel bene o nel male.
Per darvi un’idea: il 31% degli intervistati è indifferente al Milan, il 25% all’Inter, il 30% al Napoli, il 39% alla Roma, il 45% alla Fiorentina. Il 57% non si cura del Torino mentre il 46% non ha alcun interessi nei confronti della Lazio.
Interessante notare che per il Torino emerge anche un altro dato: il 4% degli intervistati “non sa/non conosce”, là dove le altre squadre citate sono mediamente sotto questa soglia di “ignoranza”: in sostanza, il 61% degli intervistati non si cura dei granata.
Il fatto che un club sia al centro dell’attenzione, è quello che più fa innamorare le aziende. E’ banale ricordarlo, ma un vecchio adagio recita: “l’importante è che se ne parli”.
E’ un concetto da tenere in mente, quando si sceglie di parlare di qualcuno che “si odia” sui social network: parlarne, serve soltanto a dargli importanza, mentre l’insulto squalifica culturalmente più chi lo fa di chi lo riceve.
Non ne vale la pena.