Er solito complotto – La Stella

di Massimo Zampini |

Poteva mancare un nuovo capitolo della saga “Er solito complotto”, firmata da Massimo Zampini per commentare in rima le sfide più belle tra Juventus e Roma?

No, non poteva.

 

 

 

Me ricordo dell’esordio,

so’ passati ormai 8 anni,

con il freddo de gennaio

a teme’ i soliti inganni…

 

Sono entrato ‘n quello ssadio,

devo di’: pareva bello,

ma temevo che crollasse,

‘o diceva Guariniello!

 

Coppa Itaia, daje Roma!

Co’ Boriello ‘n bianconero

co’ Marone, Estigaribbia

ce credevo… Poi treazero.

 

 

So’ tornato ‘n primavera,

quantomeno ‘n po’ più cardo

qui lo ssadio è sempre ‘n piedi

ma so’ sempre più spavardo

 

Luisseriche ci ha’nsegnato,

mo’ vedemo ‘r carcio vero:

famo ‘n gran possesso palla

ma perdemo quattroazero…

 

 

A settembre c’è ‘r Boemo,

nun sai quanta commozione

ché stavorta nun c’è Moggi

a impedì d’esse campione!

 

Daje Mister, li sfonnamo,

con il tuo quattrotretre

ma ar ventesimo, ‘ccitua,

stamo già sotto de tre!

 

 

Ripartimo co’ Garcia

Amo ucciso ‘r campionato

e stavorta nun accetto

d’esse ancora derubato!

 

So più carico de sempre

Sto a ‘aspetta’ da ‘n’anno ‘ntero

ma De Rossi se fa espelle

e ce sfonnano treazero…

 

 

Daje, st’anno semo Allegri!

Ma ‘ndo vanno senza Conte?

J’ho soffiato pure Iturbe,

‘nnamo a conquista’r Piemonte!

 

Daje ‘nfatti stamo sopra

e nun posso crede aji occhi,

poi perdemo, ma stavorta

dai, ci ho l’alibi de Rocchi!

 

 

Il ritorno de Spalletti,

a Lucia’ quant’ero fiero

de quer quattroduetreuno

ch’ammaliò ‘r pianeta ‘ntero…

 

Ripensando a quer periodo

io te dedico ‘n cincin

ma ne perdi due de fila

co’ Dybala e Higuain!

 

 

E’ er dumiladiciassette

Daje, ‘n punto se po’ fa’

j’ho soffiato pure Schick

ma ce segna Benatia

 

Che poi all’urtimo minuto

manna Schick da solo ‘n porta,

Daje!!! Nooo, m’hai rovinato

er Natale ‘n’artra vorta!

 

 

Ce riprovo l’anno dopo

ma perché sempre a Natale,

coi parenti juventini

e la presa in giro annuale?

 

Er portiere pija tutto,

ma ce purga quer croato

e j’annullano ‘r dueazero:

amo perso, era scontato.

 

 

E così arivamo a oggi,

tentativo number ten:

ormai vado ‘n quello ssadio

co ‘n approccio quasi zen…

 

Figuriamoci quest’anno,

ci hanno rimandato Rocchi

oh, vabbé che siete forti,

ma ce fate così allocchi?

 

Nun lasciaje quello spazio!

Oh, nun fa’ tira’ Ronardo,

che nun solo è ‘n fuoriclasse

ma fa rima con Osvardo!

 

Poi ‘r secondo, pure ‘r terzo,

ma non era in fuoriggioco?

Oh, nun je la faccio più,

voi m’avete tolto ‘r foco!

 

Sai che c’é? Ora festeggio!

Perché qui so’ dieci vorte

e pe’ piagne ‘n c’è motivo

se ‘n se parla della morte…

 

Quindi arzo quer bicchiere,

apro ‘na bottija bella,

ché stasera se festeggia

la sconfitta della stella!