Il secondo tragico Pistocchi

Avete presente quando Fantozzi dopo notti insonni di studio per decidere chi votare alle prossime elezioni capisce tutto ed esclama “Ma allora mi hanno sempre preso per il culo!”?
Ecco quello che accade quando ci si accorge dell’imparzialità di chi, per anni, ha preteso di raccontarci in maniera neutrale il calcio in TV (TV nazionale eh, mica in qualche emittente locale con la pubblicità delle pillole per dimagrire mandata 8 ore al giorno).

Più volte in passato ci siamo occupati di bufale e fake news, con protagonista Maurizio Pistocchi (qui e qui), storico giornalista mediaset, martire della libertà seguito da più di 100 mila utenti su twitter. Non più frequentemente in video come un tempo, per la censura che il regime infligge a chi ha coraggio e racconta la verità. La verità, appunto.
Oggi, solo per divertirci un po’ (lo sappiamo che “non dobbiamo dare spazio a chi ci infanga”, ecc., ma a volte vogliamo divertirci anche noi!) torniamo ad occuparci di lui, il nostro eroe, il re indiscusso delle bufale, inventate o rilanciate, perché fare fact-checking è attività faticosa, dispendiosa, che fa perdere tempo ed energie che invece potrebbero essere spese a twittare notizie buttate là senza alcuna verifica ma che fanno accattare tanti like.
Per questo ci limiteremo agli ultimi, abbacinanti mesi:

 

Ossessione Orsato:

Il nostro ha una vera ossessione per l’arbitro della sezione di Schio, al punto di vederlo anche quando non c’è, un po’ come succede nelle più travolgenti storie d’amore: ovviamente, tutto nasce dal desiderio di intrigare gli antijuventini per racimolare qualche retweet in più. Orsato è il nome che l’estate scorsa tirava di più (quasi quanto il fantomatico fratello).

Addirittura rilancia il suo impavido j’accuse anche in diretta TV, perché non ha paura dei poteri forti, lui!

Naturalmente poi succede che, lavorando in una redazione sportiva, si accorga in leggerissimo ritardo della gaffe e si corregga

“Non so come e non so perché, ma questa volta ho toppato”.
Tranquillo Maurizio, lo sappiamo noi perché.
Fai il giornalista sportivo, lavori a Mediaset, mica puoi perdere tempo addirittura a reperire i nomi degli arbitri di Argentina-Croazia e fare un tweet corretto…

 

L’acquisto del secolo

CR7 alla Juventus è il colpo dell’estate e non solo.
Se ne parla sempre più insistentemente dalla fine di giugno in poi (noi di Juventibus ne sappiamo qualcosa…) ma il nostro produttore e commerciante di bufale nutre dei ragionevoli dubbi… dubbi che si trasformano in certezze: il Real usa la Juve per spennare il Manchester United!

Ok, ok, pochi giorni e si scopre che il club di Pogba e Mou non c’entra nulla, in fondo un errore ci può stare no? A questo punto però si staglia all’orizzonte un’oscura nube minacciosa:
Che la Juventus FC (retrocessa insieme alla sua reputazione ricordiamolo) stia alimentando false notizie sulla trattativa con CR7 solo per gonfiare il titolo in borsa?
Si tratta sicuramente di aggiotaggio! I poteri forti bianconeri stanno ancora una volta inibendo gli organi di controllo dal fare il loro lavoro:
la CONSOB signori, dov’è la CONSOB???
Non parla.

PS. la CONSOB, ahilui, poi parlerà, la Juve risponderà con uno stringatissimo comunicato, aggio e taggio torneranno a casa sconsolati come Barnie e Fred nel famoso cartoon (“co-protagonisti del bum-chaka-bum”).
Non c’è nulla, niente di niente, tanto per cambiare. Solo una marea di RT e like, missione compiuta.

 

Mercato che passione

Il nostro ci riserva altre perle di mercato, vuoi che non sia informato uno che lavora da 30 anni a Mediaset?

Higuain, preso.

 

“L’affare del secolo”: Dybala al Real Madrid prima del 31 agosto.
Peccato che rilanci un tweet di un account totalmente fake, che prende il nome di un personaggio di una serie tv spagnola e che ha nel profilo la foto di un altro giornalista.
È come se al telegiornale dicessero che l’ispettore Ginko sta seguendo le indagini sul crollo del ponte Morandi.
Fact-checking, che passione!

Il bello è che qualche anima pia armata di pazienza (Niccolò Bossini, storico chitarrista di Ligabue) provi a farglielo notare…


Ma lui insiste, “l’hanno scritto su Olè”…

Che smentisce poche ore dopo.

“Boom”…
Vabbè dai, una volta può capitare.
Ah, comunque sarebbe bastato controllare.

 

I poteri forti

Al nostro eroe non sfugge che Sky sia official partner di Juventus FC (gli sfugge che lo stesso legame ce l’abbia anche con Roma e Inter ma vabbè, per una volta…) e il due di picche che la lega di serie A ha dato a MediaPro non lo convince per nulla…

Provvidenziale l’intervento di un giornalista (“Dottore, chiami un dottore!”) Fulvio Paglialunga a chiarire subito il lecito dubbio sollevato dal nostro simpatico impiegato dell’ufficio sinistri:

Ecco qua, semplice: bastava informarsi (“va bene” direte voi, “per una volta che succede…”), ma per quello ci sono i giornalisti.
Anche in questo caso tanti like e RT, missione compiuta!

 

Ritorno alle origini

Ognuno di noi è un po’ Ulisse e una volta sconfitti i proci che lo demansionarono occupando il suo posto, anche il nostro torna laddove tutto era cominciato: la moviola.
Il regolamento: la sua bibbia!
Peccato che l’ex arbitro Luca Marelli (che non sarà “il vangelo” ma qualcosa dovrebbe saperne) debba spiegarli come funzionano le cose

“Da quando entrare col piede a martello è considerato imprudente e non violento?”
“Da sempre se la dinamica dell’azione ecc…”

Da sempre. “Va bene” direte voi, “non è che uno può conoscere tutti i più recenti cambiamenti del regolamento del giuoco del calcio”
Avete ragione, non siete mica giornalisti voi.

 

Parliamo di calcio

Il campo ha sempre ragione. O forse no.
A proposito: ma l’ultima Supercoppa Europea chi l’ha vinta? Perché noi ricordavamo fossero stati i biancorossi di Simeone, ma forse abbiamo avuto un abbaglio collettivo.

In questo caso il fenomenale martire cala l’asso, l’ingrediente segreto nel cocktail della bufala chiedendo “nel tuo magico mondo ha vinto l’Atletico?”
“Va bene”, direte voi, “uno non è che può essere sempre aggiornato su tutti i risultati anche delle competizioni minori”
Avete ragione, succede, soprattutto quando tenersi aggiornato non rientra negli ipotetici doveri del tuo mestiere.

 

Vi offriamo anche un’altra chiave di lettura, se volete: basterebbe informarsi, invece di farsi prendere dall’incontinenza di sparare contro una squadra (guarda caso sempre la stessa) o contro i tifosi (guarda caso sempre della stessa squadra) basterebbe controllare le fonti, se possibile – chiediamo troppo? – prima.
Come nel caso di Orsato, come nel caso di CR7, come nel caso della CONSOB che non parla, del reato di aggiotaggio, come per il giornalista Hidalgo che non esiste o il regolamento del gioco del calcio che invece esiste da un secolo, come per il risultato della Supercoppa Europea insomma come sempre.

Oppure si potrebbe tornare alle antiche abitudini:

Smentirsi da soli

“Ma certo che stavo scherzando”.

 

O parlare da soli, dimenticandosi di scrivere con l’altro profilo:

“Complimenti, totalmente d’accordo”
Anche noi. 🔚

 

 

PS. si ringrazia il meritevole @SJP1897 per l’enorme lavoro d’archivio: avessimo dovuto raccogliere e selezionare tutte le perle del nostro eroe, non saremmo mai riusciti a terminare questo articolo.