Scusate il ritardo (4) – Grosso guaio a Chinatown

di Juventibus |

Di Michele Fusco – @mike_fusco

E’ successo quello che non doveva succedere, dove non doveva succedere, contro chi non doveva succedere. Ma pazienza, eventi rari come questi sono di solito anticipati da segnali astronomici come il passaggio di una cometa o da segni divini come la morte di un Papa o di un ex-Presidente della Repubblica (RIP).

In onore del quale, a dire il vero, noi in campo ci siamo prodigati in 90 minuti di raccoglimento mentre il Presidente della FIGC imparava dalla presidenza interista il Gangnam Style in tribuna, dove si era accomodato insieme ai suoi compagni di merengue.

Eppure nell’aria si sentiva puzza di “Corea” intesa come disfatta inaspettata ed ai più è sembrato fosse l’effluvio rimanente della colossale figura organica di Giovedì dei nerazzurri contro l’Hapoel Beer Sheva: una banda di scappati di casa che sulle maglie avevano come sponsor ufficiale “Chi l’ ha visto ?” e che ha ridotto l’Inter (con la nuova maglia Seven Up) appunta ad una lattina di Sprite accartocciata.

E la Corea infatti è arrivata. No, non mi riferisco alla dirigenza dell’ Inda al gran completo né alla dinastia dei Ming (quelli grandi) che l’ ha preceduta con onore mettendo in mostra denti gialli al posto dei musi, ma alla debacle inaspettata dell’Invincibile Armada Bianconera.

E dire che la partita si era messa subito in discesa grazie al fido Tagliaventus che pronti-via non aveva ammonito Dybala per la vertebrata sul gomito di Miranda e Khedira dopo 30 secondi di gioco per simulazione su fuorigioco chilometrico.

Mentre tutto scorreva liscio tra gialli sparsi ovunque in casa bianconera, sempre in onore alla tribuna interista, si scivolava senza assolutamente nessun tipo di protesta né di accerchiamento nel 2° tempo, durante il quale accadeva l’imponderabile.

Lichtsteiner tradiva i colori nerazzurri tanto desiderati (a leggere i giornali) e si trasformava momentaneamente nella sua nemesi portandoci in vantaggio su cross di un indemoniato Alex Sandro ma soprattutto grazie alla combo D’Ambrosio-Santon che l’ultima volta che hanno coperto gli esterni è stato quando hanno messo il telone sulla piscina ed il gazebo in giardino.

Presi dall’euforia del punteggio pieno e del 4 su 4 abbiamo preso invece il 3 su 4: terzo gol da corner su 4 complessivi, con Icardi infilato tra Bonucci e Mandzukic meglio di come si era infilato tra Maxi Lopez e Wanda Nara, peraltro con lo stesso risultato: schiaffarla dentro di prepotenza.

Nel frattempo tra i tifosi Juve serpeggiavano i primi dubbi su come e dove crocifiggere Allegri ma soprattutto sull’effetto (S)Ventura abbattutosi sui nostri nazionali: Buffon che ormai non esce neanche più a buttar la spazzatura e la BBC che sembra diventata Televomero, ma soprattutto al minuto 33 si scoprono gli altarini: Asamoah, che sembra aver giocato 12 gare di Coppa d’Africa in settimana, si rivela invece essere il vero colpo di mercato dell’Inter e serve palla a Candreva per l’avvio del 2-1 interista.

L’incredulità travalica la nostra capacità di giocare a calcio e per fortuna il solito Tagliaventus grazia Khedira per l’ennesima entrata killer sull’inerme Handanovic,

Ora tutti possono darsi alla pazza gioia capitanati dal Presidente Tavecchio, compreso De Boer al quale spiegano che sta ripercorrendo le orme di un grandissimo allenatore del passato nerazzurro: Stramaccioni.

Su Sky, Rai, Mediaset, Facebook, Twitter ed anche nella vita reale a volte ritornano,  in ogni evento come questo, gente che credevi fosse morta o che comunque stesse poco bene. Gente che non vedevi e sentivi dai tempi della scuola, gente con cui hai fatto il militare, gente per cui stavi organizzando una colletta per ridargli una connessione internet, gente che credevi esistesse solo sulla bacheca di Biasin invece essi vivono. E sono tra noi. Ma escono poco.

1fu

Altrove, intanto, partono i preparativi per il terzo scudetto, hai visto mai farsi cogliere impreparati…

fu2

 

Appuntamento al prossima gara #VinciamoTutto o #MoriremoTutti che le mezze stagioni non esistono più ormai!