Scudetto? Gli italiani votano Juve, ma… – Intervista a Livio Gigliuto

di Gianluca Garro |

scudetto

Dott. Gigliuto, lei è vice presidente dell’Istituto Piepoli (azienda leader nelle ricerche di mercato e nei sondaggi d’opinione sociale, ndr), se dovesse dare una definizione, un titolo a questo sondaggio quale sarebbe la prima cosa che le viene in mente? Nel resoconto che ne fa l’Ansa si parla di risultato sorprendente per la fiducia, 20% data all’Inter di Conte a scapito del Napoli di Ancelotti. Eppure a tanti juventini non appare così sorprendente conoscendo le modalità di lavoro del tecnico salentino.

Direi due cose: la prima è che anche nel calcio, come in politica, sembra esserci un “effetto Conte”. La seconda è che gli italiani sono biblici: “a chi più ha più sarà dato”. Tendono a vedere la vittoria nelle mani di chi l’ha già avuta. La parte inattesa di quanto emerso dall’indagine che abbiamo svolto sta nell’ampia distanza tra la quota di italiani che credono nella vittoria dell’Inter (20%), arrivata quarta nella scorsa stagione, con un allenatore nuovo e piuttosto rinnovata, e il Napoli (9%), arrivato secondo e con una struttura sostanzialmente simile ma potenziata. Anche il Milan, che ha chiuso la passata stagione al sesto posto, raccoglie un 5% di probabilità di vittoria, distante solo 4 punti percentuali dal Napoli reduce, a dire degli esperti, da un’ottima stagione.

Questo testimonia quanto per gli italiani sia stata importante la fase estiva e il calciomercato, la parte “magica” del calcio, quella in cui alla dimensione pragmatica “di campo” si sovrappone quella del “sogno”. A questo si aggiunge quello che evidenziate voi: l’immagine quasi taumaturgica di Antonio Conte, che ha costruito un personaggio vincente proprio attraverso gli anni alla guida della Juventus. Anche per questo, perché conoscono Antonio Conte, gli juventini temono l’Inter.

2 – Sono 8 anni che la Juve vince lo scudetto, dovrebbe essere ormai logoro il predominio bianconero eppure la maggior parte degli italiani non vede alternative.

La lettura che darei di questo dato è andreottiana: “il potere logora chi non ce l’ha”. Consideriamo che un periodo di 8 anni in cui un fenomeno (sportivo) si ripete sempre secondo lo stesso copione è un periodo piuttosto lungo, per cui un’inversione di tendenza è vissuta dagli intervistati come un fatto ogni anno meno probabile. In ogni caso, è una profezia, che magari continueremo a monitorare nel corso dell’anno. Il modo in cui gli italiani vivono il calcio è molto interessante, lo vivono con passione e rigore, ma anche con autoironia. Il calcio è uno dei simboli su cui gli italiani proiettano se stessi.

3 – Salta agli occhi un dato interessante, solo il 10% degli juventini intervistati pensa che Antonio Conte possa strappare lo scudetto alla Juve. L’eco sui social, spesso molto pessimista avrebbe suggerito un valore molto più alto

Tra i tifosi juventini sembra emergere una altissima convinzione di vincere: la quota di tifosi non certi della vittoria è marginale, emerge quasi un senso di assuefazione. I social sono uno straordinario strumento di studio della realtà, ma spesso i sentimenti vengono amplificati su Facebook, Twitter e Instagram: la loro esistenza è reale, la loro proporzione risulta a volte deformata. Certamente l’arrivo di Conte ha portato un sentimento positivo tra i tifosi dell’Inter, tanto che due su tre credono nello scudetto, quasi la stessa quota di ottimisti su cui può contare il Napoli, che però l’anno scorso è arrivato secondo, quindi teoricamente ne avrebbe maggiore ragione.

scudetto

4 – Solo il 2% degli italiani pensa che la Roma possa vincere lo scudetto. Sembra anche troppo, però qualche inguaribile ottimista c’è sempre.

La Roma è una delle squadre più tifate del Paese, ha avuto tra le sue fila calciatori archetipici ed è sempre la squadra che prende il nome della Capitale. In più, tra gli italiani c’è sempre l’attesa di una grande sorpresa, un Davide cui appassionarsi, nella sfida contro Golia.

5 – Da ricercatore, partendo da questo tipo di ricerca si può raccontare l’idea che l’opinione pubblica italiana ha della Società e della squadra Juventus?

Attualmente la Juventus catalizza buona parte dei sentimenti dei tifosi di calcio italiani. Negli ultimi anni questa propensione sembra cresciuta. Dopo la discesa in Serie B l’immagine dei bianconeri potrebbe essersi arricchita dell’elemento simbolico della fenice, che risorge dalle proprie ceneri. Il caratteristico rapporto di odi et amo degli italiani verso la Juve sembra essere enfatizzato dalle recenti vittorie e probabilmente anche dall’acquisto di un “vincente” come Cristiano Ronaldo.

Da quello che emerge da questa indagine la Juventus ha l’immagine di chi è “condannato a vincere”, ma altre società sembrano minacciare questa posizione di forza, anche se ancora, per gli italiani, un po’ da lontano.


JUVENTIBUS LIVE