I migliori Scudetti del 2017-18 (senza Juve)

di Toccoditacco |

Quello appena andato in archivio è stato un campionato esaltante, a tratti drammatico, di certo combattutissimo e sarà ricordato come l’unico torneo dove a festeggiare lo scudetto sono state due squadre. Una un po’ di più, il Grande Napoli, ma anche i bianconeri hanno comunque festeggiato, nel loro classico modo indecoroso.

Negli annali, però, ci finisce purtroppo solo la Juventus, per il settimo sigillo di fila. CHE NOIA!

Quindi, anche quest’anno, spazio alle vere classifiche, i veri SCUDETTI, molto più reali della classifica tradizione! Soprattutto tutte quelle in cui in testa non c’è la Juve. Ovvio!

 

CLASSIFICA DEI PALI

La classicissima (almeno da 7 anni a questa parte) classifica dei pali, ovvero se i pali fossero gol (perché è ora di finirla con queste discriminazione nei confronti dei legni). In testa l’Inter (in Champions anche grazie ad una traversa, di Mandzukic nello 0-0 di Torino) e la Roma.

 

 

CLASSIFICA SENZA LA JUVENTUS

La sempre bella e mai abbastanza desiderata e sospirata classifica de “se non ci fosse la Juve” (ve piacerebbe!) vede in questi ultimi sette anni di dominio bianconero questa classifica aggiornata:

ROMA 3 scudetti
NAPOLI 3 scudetti
MILAN 1 scudetto

Sorge però un interrogativo: in questi anni oltre alle vincitrici dello “Scudetto senza la Juve”, ci sarebbe stata l’attribuzione anche dello “Scudetto Morale” delle seconde, cioè delle terze arrivate? Ma sì dai, regaliamo uno Scudetto anche a Mazzarri, Benitez e Rudi Garcia.

 

CLASSIFICA UNISEX

Con lo scudetto vinto dalla Juventus Women la classifica degli scudetti per la stagione 2017-18 è la seguente:

JUVENTUS 1 titolo
JUVENTUS WOMEN 1 titolo
NAPOLI
MILAN
INTER
ROMA   0 titoli

In attesa della nascita della formazione di Basket o in alternativa di Tamburello.

 

CLASSIFICA DI TRIPADVISOR

Vince lo scudetto l’NH Hotel di Firenze dove ha alloggiato il Napoli di Sarri la sera prima della gara di Firenze (anche perché se lo è ritrovato nella sala video, mica so’ scemi, se lo tengono) che con grandissima sorpresa si aggiudica l’ambito titolo.
Dal canto suo, il Napoli comunica che dal prossimo anno pernotterà in un tre stelle sprovvisto di TV e ai giocatori verrà solo permesso di giocare a Ruzzle, dove peraltro pare sia molto forte Insigne.

 

CLASSIFICA DELLE SCUSE

Vince a mani basse il titolo Maurizio Sarri, ormai dominatore da 3 anni. Quest’anno si è davvero superato: all’inizio sembrava fosse un problema giocare PRIMA degli avversari, alla fine invece il problema era diventato giocare DOPO gli avversari, tanto che i suoi giocatori alla fine non ci hanno più capito niente e il problema (come a Firenze o in casa con il Torino) era diventato solo GIOCARE.
Pare inoltre che il buon Maurizio abbia rifiutato la mega offerta dello Zenit proprio per il fuso orario russo, non sopportando di non poter mai giocare in contemporanea con lo Spartak Mosca.

 

CLASSIFICA SENZA I PARENTI DI ORSATO

Senza il povero Orsato, mandato ad arbitrare in Qatar perché ormai in Italia ogni trasmissione parlava solo di lui (Anche nelle previsioni del tempo,il colonnello dell’Aeronautica lo ha additato come causa della pioggia ininterrotta su Ascoli Piceno) ma soprattutto senza il fratello o il cugino di Orsato, la classifica dice che non sarebbe cambiato niente: la Juventus ha vinto il campionato con 4 punti di vantaggio e l’Inter è comunque riuscita ad entrare in Champions League, trascinata da Icardi e De Vrji (che ha trascinato a terra Icardi). Oltretutto tengo a precisare una cosa. Io lo conosco Roberto Orsato, il presunto parente. L’ho visto più volte in curva allo Stadium e sulla sciarpa bianconera aveva scritto “IO NON HO CUGINI“. Quindi mi fido.

 

CLASSIFICA DEI DECIBEL

Per il secondo anno consecutivo il Napoli vince a mani basse il titolo dei cori e dell’intensità del tifo. Anche perché quest’anno si sono davvero superati. Non solo fantasia e varietà dei cori, assistere ad una gara al San Paolo permette di vivere un’esperienza straordinaria e prendere parte addirittura ad esultanze per risultati mai avvenuti come il pareggio della Juve a Roma con la Lazio o per titoli mai vinti come lo scudetto ma anche per le uscite dalla Champions e dall’Europa League per concentrarsi solo sul Campionato. Il tutto al massimo del volume.

 

CLASSIFICA DEL TIFO

La classifica dell’affluenza anche quest’anno è appannaggio dell’Inter con una media di 56mila spettatori, qualcuno anche non andato per contestare tra l’altro. Poi dice che i cinesi sono tanti. Anche perché senza le coppe il tifoso interista deve prendere la macchina per andare a San Siro solo una volta ogni due settimana, molto più economico.E hai 14 giorni pieni per smaltire e dimenticare la delusione.
Lascia stare poi che la Juventus ha lo stadio di 40mila posti e ha una media di 39.000, se la classifica fosse sulla percentuale di riempimento dello stadio sarebbero primi i bianconeri e questa classifica perderebbe di senso.

 

CLASSIFICA DELLE FAKE NEWS

Con 764 fake news nel solo campionato di Serie A si confermano leader della classifica, per la ventesima volta di fila i rosanero non del Palermo bensì della Gazzetta dello Sport.
Classifica non ancora omologata. Dovesse essere errata, la smentita la troverete comodamente domani a pagina 74…in ogni caso è già pronto il ricorso degli avvocati napoletani “I fratelli Pisani”, ovviamente vincitori della speciale classifica ricorsi fake…