SCIAGURATIBUS 3/2/2016 – I titoloni del Corsport, Supercazzola Berlusconi e la Prof di Napoli

di Juventibus |

Tic toc tic toc. L’orologio va avanti, il calciomercato è finito senza troppi scossoni. Purtroppo la “telenovela” Lapadula di cui parlavamo nel primo numero della nuova edizione di Sciaguratibus ancora mi toglie il sonno. Come me lo toglie il testa a testa tra Napoli e Juve. No, non è vero. In realtà non me ne frega quasi nulla, per ora, se non per il nostro primo dello Sciagusettimanale.

Fabiana Paciello – Scatenate l’inferno

Chi è costei? Professoressa, napoletana, dottoranda in Germanistica. A suo dire. Tifosa del Napoli. Sulla sua pagina Facebook, scrive: «Non vogliono farci andare allo Juventus Stadium perché si cacano sotto. E fanno, perché se ci girano le palle qua succede la seconda edizione dell’Heysel (per la cronaca io di quella gente non ho pena perché penso che se la siano andata a cercare)». Non commentabile, senza rischiare la querela e di trovarmi “a’’’fammiglia” sua sotto casa. Dico solo: FABIANA PACIELLO, su Facebook la individuate subito. Imperativo: scatenare l’inferno.

Corriere dello Sport – Semplicemente, due palle

Il Corrierino mi ricompare all’improvviso, come uno sconosciuto, perché forse si erano un po’ assopiti ultimamente. Ci piazza una doppietta, sempre a tema “Napoli e’ mille colori”. La prima. Titolo a 718 colonne:

“JUVE-NAPOLI – NEGATA A SOSTENITORI AZZURRI LA PARTITA PIU’ ATTESA”.

Esattamente come agli juventini a settembre che a Napoli non ci poterono andare. Quante titoli fece il CdS in prima pagina a settembre? Bravo, sì, hai vinto il pupazzo di De Laurentiis vestito da brasiliana. Zero.

Ma siccome non gli bastava, rilanciano il giorno dopo:

“ALLEGRI ATTACCA IL NAPOLI” E poi aggiunge. «L’allenatore della Juventus parla in conferenza stampa dichiarando: “Noi favoriti grazie al fatturato? Sarri farebbe bene a guardare in casa sua”».

Ma vogliamo vedere cosa ha detto davvero Max? Questo: «Sarri deve essere contento di quello che sta facendo, sta facendo numeri importanti, hanno 50 punti e non sono pochi, noi l’anno scorso ne avevamo 53, per quanto riguarda il fatturato è questione solo di numeri. Il Napoli ha un’ottima squadra, ha uno degli attacchi più importanti d’Europa, senza guardare in casa Juve. Pereyra ha bisogno di fare almeno un’amichevole, per noi è acquisto importante, sta discretamente bene». Sicché il «Sarri farebbe bene a guarda in casa sua» è l’ennesima interpretazione provocatoria inventata di sana pianta, meraviglioso esempio di chi vuole buttare benzina a caso sul fuoco. Per fare felice gente come la Paciello e la sua banda ansiosa di buttarsi in piazza e fare un nuovo Heysel.

Silvio Supercazzola Berlusconi

Silvietto gongola per la vittoria nel derby. E un po’ sono contento pure io, perché hanno scavato la fossa al cartonato di Mancini che sta ancora pensando al fatto che Handanovic non ha fatto parate contro la Juve. Comunque il Berlu riparla dell’intramontabile vicenda Beem Buum Baam: «Fastidio per i continui rinvii del closing? Be’, preferirei che arrivasse, è chiaro. Con lui abbiamo delle scadenze, certo, molto prossime. C’è stata una crisi sui mercati cinesi che ha influito. Vediamo, abbiamo una trattativa anche con altri perché l’obiettivo è dotare il Milan per il futuro di sufficienti risorse per tornare a farlo essere protagonista in Italia in Europa e nel mondo». Capito? Sono in trattativa da 18 anni e mezzo, ed è tutta colpa “dei mercati cinesi”. (Peraltro (i)Taech(my)aubol è tailandese e non cinese, ma pazienza). Eccheccazz, volete dargli un po’ di tempo per ‘sto “closing”? Sennò a Silvio girano le balle e riparte tutto daccapo. Anche perché, scoop, l’alternativa per comprare il Milan c’è: quello che vende i cocchi in spiaggia a Lombok, Indonesia. Con lui il “closing” ci sta troppo dentro.

di Matteo Valsecchi

twitter.com/MtValsecchi