Sassuolo primo e Juve ultima nel turnover post-ripresa

di Riccardo Sgroi |

Occhio Juve, questo Sassuolo è una brutta bestia!

Gli emiliani arrivano da quattro vittorie di fila. Dalla ripresa del campionato hanno guadagnato 14 punti in 7 partite, pareggiando con l’Inter e battendo la Lazio all’Olimpico. Il Sassuolo è la squadra che ha effettuato più turnover post-lockdown.

Tra una partita e l’altra, De Zerbi cambia in media 7 uomini.

Questo il Sassuolo schierato a Bologna, con Consigli in porta:

Muldur- Chiriches – Peluso – Rogerio

Magnanelli – Haraslin – Locatelli

Defrel – Caputo – Berardi


Questo invece è il secondo Sassuolo vittorioso a Roma contro la Lazio (sempre Consigli in porta):

Toljan – Marlon – Ferrari – Kiriakopoulos

Locatelli – Bourabia – Traoré

Boga – Raspadori – Djuricic

Il solo Locatelli quindi è l’uomo di movimento schierato a distanza ravvicinata, mentre gli altri 9 calciatori hanno potuto prepararsi e affrontare una sola squadra in settimana (per tacere dei 5 cambi).

Rotazioni profonde nella formazione titolare che non hanno creato alcun problema alla squadra.

La macchina Sassuolo è ben oliata e composta da interpreti in strepitosa forma fisica. Carnevali ha costruito una rosa giovane, lunga, di buon livello medio e dall’ottimo assortimento. Il Mister ha fatto il resto, migliorando i giovani e donando una forte identità di squadra. Ogni giocatore neroverde ha un ruolo, compiti precisi e possibilità per mettersi in mostra.

La Vecchia Signora è invece l’ultima classificata nella classifica del turnover post-ripresa, con una media di 1,8 cambi a partita. Sarri paga i tanti infortunati e una rosa ad oggi poco assortita. Difficile per Maurizio sostituire giocatori senza dover modificare la struttura di squadra. La rosa attuale della Juve offre poche soluzioni, la panchina lunga è solo un luogo comune. I bianconeri arrivano al Mapei stanchi fisicamente e mentalmente, ma con un buon distacco sulle inseguitrici. Per uscirne vincitori serve una prova di grande carattere.

I dati parlano chiaro: oggi s’affrontano la rosa più lunga del campionato e… la Juventus.