Sassuolo-Juve 1-3: tutti sul carro di Paulo Dybala

di Fabio Giambò |

Torna in campo la Juve dopo la sonora sconfitta in Champions contro il Barcellona, lo fa sul difficile terreno di gioco del Sassuolo: arrivano comunque tre punti pesanti nel segno di Paulo Dybala, seconda tripletta stagionale per l’ex Palermo a coprire parzialmente qualche problema presentatosi anche oggi.

Allegri schiera ancora Rugani titolare in campionato accanto al rientrante Chiellini, a destra c’è Lichtsteiner, in mezzo spazio a Matuidi, davanti torna Mandzukic. Per il resto tutto come al solito con Cuadrado dentro dopo la squalifica europea.

I primi venticinque minuti del match sono fra i migliori di quest’avvio di stagione, la Juve arriva dalle parti di Consigli con facilità, il risultato non si sblocca subito solo per l’insolita imprecisione di Higuain. Ad incanalare la contesta sui giusti binari, allora, ci pensa il n.10 della Vecchia Signora: l’azione si sviluppa a sinistra, Mandzukic la passa in mezzo per l’accorrente compagno che lascia partire di prima una conclusione ad uscire che si insacca vicino al palo alla sinistra dell’estremo difensore avversario. Da qui alla fine della prima frazione tanti piccoli errori tecnici riequilibrano i valori in campo, ci vuole l’avvio del secondo tempo per rivedere una buona trama di gioco, non è un caso che sia ancora una volta Dybala a mettere dentro con una buona giocata da calcio a 5 dopo il passaggio di Cuadrado. L’erroraccio di Lichtsteiner, però, vanifica il doppio vantaggio, situazione che comunque la Juve è brava a gestire trovando la via del gol sempre con l’uomo più in forma del momento: la Joya si procura e realizza un calcio di punizione dal limite, è la ciliegina sulla torta di una prestazione a tutto tondo per l’argentino. Poi qualche cambio con qualche buona giocata di Douglas Costa, e poco altro fino alla conclusione.

Si ritorna in vetta, dunque, con l’Inter ed in attesa del Napoli e delle altre partite di giornate, poi poco riposo prima di rilanciarsi con le due fondamentali sfide ravvicinate con Fiorentina mercoledì e Torino sabato.