A Sarri manca Dougie. Alla Juve manca l’assist

di Sandro Scarpa |

Il miglior assistman della Juventus in A è Bentancur con 4 assist. Un terzo dei 12 di Luis Alberto che ha matato la Juve di Sarri.

Il problema non è ora l’assenza di Bentancur, ma che un interno con la metà delle presenze (7), il più giovane e meno pagato del centrocampo, sia il miglior assistman di una squadra concepita come un’evoluzione nella costruzione delle occasioni e nella capacità di far valere la supremazia tecnica in modo più netto, rispetto alla precedente gestione.

Dopo Bentancur, Higuain (3 assist, più 2 in UCL), Pjanic (2 assist da piazzato) e Douglas Costa (2 assist), poi 1 a testa di Cuadrado, Sandro, Ronaldo e Khedira.

L’uruguagio ha più assist degli altri 7 centrocampisti assieme e il desaparecido Douglas ha più assist di tutti gli altri, Pipa escluso.

In Sarri il totale del collettivo dà un valore aggiunto alla somma delle individualità. Con Sarri non si fanno gol “facili”. I gol di Sarri li conosciamo: triangoli centrali, a un tocco, smarcamenti senza palla, un flipper perfetto che buca le difese avversarie, ma se l’outsider Bentancur e il precario Costa sono gli unici inneschi diventa tutto difficile.

L’uomo con più Key Passes (passaggi che portano al tiro) è incredibilmente Ronaldo, colui che dovrebbe essere terminale e non innesco.

In serie A fa TUTTO Cristiano: quasi 6 tiri a partita 2 key passes a parte, troppo di tutto.

 

Significativo che in UCL Cristiano ritorni terminale (al di là dell’efficacia) e meno “generoso”. Da 2 KP la sua media cala a 0,5, mentre tra quelli con propensione all’assist spicca, seppure in un tempo davvero limitato (e contingente) di gioco Rabiot:

Il dato di Rabiot è “sballato” dalle 2 presenze col Lokomotiv. Volete sapere quanti KP ha fatto a Mosca? QUATTRO

 

Morale: i terzini non crossano perché non ci sono uomini da acrobazia; gli interni -Bentantur escluso- non hanno piedi (Matuidi, Emre Can) per gli assist o fisico (Rabiot, Ramsey) per giocare; Dybala è letale in area ma non ha l’assist (a Roma nemmeno letale); in 12 gare il trequarti (quasi sempre Bernardeschi) ha ZERO assist e gol, meno degli esterni alti del 433 nelle prime gare.

L’anno scorso al Chelsea, Hazard finì con 17 assist, Willian 14, Giroud 10, Azipilicueta e Alonso 8, la batteria degli interni tutti a 5. Dati falsati dall’Europa League e dalle mille coppe inglesi, ma basta tornare alla Serie A di 2 anni fa per un dato emblematico. 

Top Assistman Serie A 2017-18: Luis Alberto 14 (ora già a 12), Douglas Costa 12 (in 18 da titolare), Insigne 11.

L’uomo che ha matato la Juve di Sarri; l’innesco che manca a Sarri e l’uomo che con Sarri volava.

In quel Napoli anche Mertens, Jorginho, Hamsik, Allan e i terzini totalizzarono un numero altissimo di KP.

l futuro della Juve passa dalla maggiore solidità della fase difensiva nelle diverse situazioni, dalla gestione “mentale” di episodi e contesti, dalla velocità nella pressione alta e nell’esecuzione in possesso, ma soprattutto nella capacità di trovare uomini che sappiano assistere. Ramsey ha 6-8 assist a stagione in Premier (mai giocata una intera), Rabiot 5-7 assist a stagione (facile al PSG, meno se giochi 1 gara ogni 3), Douglas Costa è il miglior assistman in A (12 assist in 18 gare, poi 11 gare in 18 mesi).

Tutta gente, col nuovo Bentancur che ha “testa” per fare assist, perché, come dimostra Dybala, gli assist si fanno con la testa prima che con i piedi. Ora i 4 potenziali “inneschi” sono tutti out (aggiungiamo  il 5° -Khedira- che ha ben altri problemi di mobilità), mentre altri 2 sono “limitati” dal ruolo: Cuadrado, che da terzino canta e porta la croce, nelle ultime gare ha più pasticci che cose buone, Bernardeschi da trequarti è schiacciato dalla sua incapacità di fare le scelte giuste in un ruolo così cardine.

La cantilena è “centrocampo non all’altezza / abbiamo la palla ma siamo sterili“. Eppure il centrocampo è lo stesso con cui Allegri aveva trovato una sua -non splendida ma efficace- quadratura in termini di innesco che lo aveva fatto girare a 53 punti.

Sarri ha 3 mesi di tempo (gli ottavi sono a Marzo) per sfogliare la margherita e trovare 2 inneschi tra i 7 potenziali: Bentancur, Rabiot, Ramsey, Khedira, Douglas Costa, Cuadrado, Bernardeschi e inserirli in un 433 o 4312 o vattelapesca.

3 mesi per 2 ruoli con 7 uomini coinvolti, qualcosa di buono saprà ricavarne. Il mercato non serve, per ora.