Roma-Juventus 2-0: adesso chi vivrà, vedrà!

di Fabio Giambò |

Siamo campioni d’Italia, e va bene così, la stagione è finita dall’eliminazione in Champions per mano dell’Ajax, teoricamente fa poco male la sconfitta di stasera in casa della Roma: in pratica, però, dà fastidio perché regalare punti così, con un secondo tempo del genere, è frustrante. E’ vero che l’attenzione bianconera è per ora tutta concentrata a ciò che accadrà in futuro, sulla guida tecnica, su Allegri o non Allegri: a tal proposito ancora enigmatico Nedved nel prepartita con quel “chi vivrà, vedrà”, una specie di motto che fa sperare chi non sopporta più la gestione del tecnico livornese, ma che fa anche incrociare le dita a chi all’ex Milan non rinuncerebbe mai.

E’ stata una Juve più o meno sperimentale, tante solite assenze, un Caceres a sorpresa, un buon primo tempo che si sarebbe dovuto concludere col vantaggio esterno, poi il blackout del secondo tempo, appunto, che farà partire ancora una volta le solite chiacchiere di quest’ultime settimane: Chiellini e compagni stanno falsando la corsa Champions, dicono, dopo aver falsato quella per la salvezza dopo la sconfitta in casa della Spal. Il punto, semmai, è un altro: le altre sono ancorate a processi stocastici, da queste parti invece si vive di solide realtà. Solide realtà che, appunto, vanno costruite per tempo: basta chiacchiericci sul futuro di Conte all’Inter, basta lamentele, basta proteste. Le trattative non si fanno in due o tre giorni, sono scenari ben ragionati da chi di dovere. O qualcuno crede che quando Allegri arrivò in bianconero fu tutta una casualità come ce la presentarono?

La considerazione finale la dedichiamo ad un altro dei nomi che circolano per ora in orbita bianconera: Pep Guardiola. Il Manchester City oggi ha vinto la Premier League, dunque è ufficiale che anche questa compagine ha fallito la stagione. Perché? Come la Juve, non è in finale di Champions League, è così che si misurano certe scale secondo qualcuno. Gustiamoci l’estate che sta arrivando, sarà una stagione lunghissima.


JUVENTIBUS LIVE