Ramsey, la «variabile» anglo-bresciana

di Mauro Bortone |

C’è una Juve con Ramsey e una senza il gallese: ma è quello col centrocampista ex Arsenal, finora, la formula più completa della Juventus 2020-21. È un dato di fatto che, pur nelle consuete difficoltà fisiche e nell’incostanza del giocatore, Aaron Ramsey sia l’uomo in più nello scacchiere tattico di Andrea Pirlo, la variante di centrocampo che permette alla Juventus di occupare meglio gli spazi e di risultare più propositiva ed offensiva in fase di attacco.

Il lavoro di Ramsey si è visto molto bene a Parma, nella sua capacità di cucire la manovra a centrocampo, con questo continuo ondeggiare tra le linee, e di attaccare gli spazi aprendosi a sinistra in supporto ad Alex Sandro, offrendo ora profondità nel lungo e facilità di fraseggio nel breve per superare la barriera avversaria.

L’ex Arsenal ha realizzato 63 passaggi nei circa 67 minuti trascorsi sul campo, fornendo l’assist per il 3 a 0 di Cristiano Ronaldo, il suo secondo in tutta la stagione. Oltre al suo contributo alla manovra, il gallese si è spesso proposto in avanti, andando a riempire l’area di rigore e offrendo più possibilità all’azione bianconera.

Pirlo, intervenuto a Sky, ha parlato del gallese come un calciatore decisivo se al 100%: «È quello – ha dichiarato – che ci fa giocare bene, che ci fa uscire da tante situazioni. Per noi è importantissimo».

Il punto è, però, trovarlo al 100%: la instabilità fisica di Ramsey, infatti, è ancor più variabile del suo apporto complessivo alla causa, tanto che, nell’immaginario dei tifosi, sta raccogliendo il testimone di Sami Khedira, prezioso nel dare equilibrio alla squadra, ma perennemente tormentato da guai fisici. Sono finora 7 le partite disputate in campionato, ovvero poco più della metà con un minutaggio in serie A di appena 439 minuti.

Radio Mercato, ovvero Luca Momblano, qualche giorno fa, ha evidenziato come ci sia la possibilità da parte della Juventus di provare a riportare Pogba alla Juve: il Polpo potrebbe essere un upgrade di questo Ramsey fisicamente precario. Del resto, occorre pensare che se il gallese diventa imprescindibile in questa squadra, questo potrebbe paradossalmente alla lunga rivelarsi un problema non da poco, per via delle condizioni incostanti dei suoi muscoli. E se la Juve cerca un colpo grosso in quella zona, forse, al di là delle prestazioni, qualche perplessità continua ad averla.