Ramsey, ottavi con vista Premier League

di Giordano Straffellini |

Quello dell’Europeo pre Italia-Galles è stato un Aaron Ramsey dai due volti. Sia in campo che nelle interviste. All’inizio del torneo continentale, precisamente il primo giugno,  il gallese sembrava aver chiuso ad una possibilità di trasferimento:  “Sono un giocatore della Juventus. Tornerò a Torino dopo gli Europei” . Salvo poi dichiarare nemmeno 5 giorni dopo il suo malessere : ”Purtroppo a volte le squadre continuano a funzionare sempre in una certa maniera, anche quando un calciatore avrebbe bisogno di maggiore attenzione. Almeno adesso ho le persone giuste attorno a me e farò di tutto per tornare in un posto dove possa sentirmi di nuovo bene e avere fiducia”.  Che la retromarcia sia data da un confronto fra il suo entourage e la Juventus non è dato sapere. Ramsey si è dimostrato giocatore dai due volti anche in campo. Esordisce infatti con una prima versione ”Juventina” contro la Svizzera  in cui sembra il giocatore lento ed impacciato del campionato italiano, per poi sfoderare contro la Turchia una prestazione stile ”premier” in cui è sembrato un vero leeder a tratti addirittura straripante.

Contro l’Italia quindi Aaron non si giocava solamente la qualificazione alle fasi finali all’Europeo, ma anche un quid importante di visibilità per ottenere un ingaggio in Inghilterra, campionato per il quale il gallese non ha mai nascosto la nostalgia. Con l’Italia non è stato sicuramente il miglior Ramsey della stagione. Certo è che con la sua nazionale almeno da un punto di vista fisico, Aaron sembra aver ritrovato una certa continuità. Per lui anche i complimenti del c.t. gallese Robert Page : ”Aveva condizioni precarie, erano anni che non giocava tre gare così di fila. Ha fatto una grande gara e merita i complimenti” . Pur ammettendo che non sia stata una gara entusiasmante, Ramsey ha messo assieme dopo parecchio tempo 3 partite da titolare nel giro di una settimana. Ecco allora che qualche club di media fascia in premier potrebbe pensare a lui in ottica rilancio.

Quello che è certo è che Aaron Ramsey non rientra più nel progetto tecnico della Juventus. Federico Cherubini avrà il compito di piazzare, direzione Premier, un giocatore che ha si un impatto a bilancio nullo, ma che vanta uno degli ingaggi più alti in rosa. La volontà del giocatore di tornare in un campionato dove è stato protagonista, unita a quella di ridursi l’ingaggio saranno determinanti per ottenere la sua cessione. Aaron Ramsey quindi si qualifica con il suo Galles agli ottavi di finale, risultato che gli da un’altra occasione per mettersi in mostra. Non ci resta che fare il tifo per lui…


JUVENTIBUS LIVE