RADIOMERCATO 14/6/18: Cancelo nuovo terzino, Icardi e Milinkovic procedono così

di Luca Momblano |

Il mercato ragionato non è la natura di questo spazio non fisso, rubrica utile a dare dei flash piuttosto che a commentare strategie. Qui il mercato è un flash, o più d’uno, coniugato al presente indicativo, il che può ingannare perché rende l’idea di un qualcosa di statico, cioè quanto di più lontano dalla materia in questione.

***

Il mercato annoia, fin che non succede davvero qualcosa. Alcune tappe, a ritroso, restano però indelebili. E Beppe Marotta, unico autorizzato ufficialmente a parlare nei particolari della campagna acquisti/cessioni della Juventus, è una persona che nei rapporti a cui crede non delude. Insomma, tutto d’un pezzo. Come quando fa ampiamente intendere su Higuain e Marchisio o gioca con i sostantivi su Icardi e Darmian.

Il mercato gioca, lo fa su canali che viaggiano paralleli: il livello presidenziale, il più difficile da avvicinare perché nome e contesto operativo fanno sì che se lo possa permettere; il livello sede, interessante e pungolante ma anche il più pericoloso perché i sognatori come tanti dei tifosi sono più (e ben venga!) di quanti se ne immaginino; il livello Paratici e il livello Allegri sono alla pari, più pregnanti del livello più da popolino, cioè quello degli agenti procuratori e affini.

Il livello delle rubriche giornalistiche tipo questa sta ancora al di sotto, ma attenzione al fatto che alcune di queste (questa) non abbiano alcuna necessità di essere scritte. Nel 2018, l’esordio a sorpresa, pure per noi, fu a proposito di Joao Cancelo. Oggi, 14 giugno, il laterale lusitano è ormai un calciatore della Juventus. Evidentemente la dirigenza ha valutato di andare a fondo di un vecchio corteggiamento maturato poi nel logico ma accettabile disappunto di casa Inter.

Non si tratta, dunque di fare i veggenti. I retroscena, anche quelli inutili, piacciono. Chi li sa pesare è il benvenuto. Tipo che mercoledì 6 giugno, nel pomeriggio, proprio Marotta (e nessun altro avrebbe potuto) inoltrava un’offerta ufficiale a Lotito per Milinkovic Savic: 80 milioni cash, per riuscire ad aprire una pista iniziale sulla trattativa. Obiettivo centrato al netto della moggiana twittata di nostalgica memoria. Il resto lo faranno il mondiale e l’evolversi della situazione sugli attaccanti.

A proposito: Icardi alla Juve, siete pronti o no? Ma, soprattutto, è pronto Higuain a svestire il bianconero? La risposta a questa seconda domanda è sì, con l’accento sul destino di Maurizio Sarri. Senza una megaofferta del Chelsea (fermo ai 45 milioni per dire: noi potremmo esserci), il Pipita valuta senza troppe remore l’apprezzata chiamata alle armi di Luciano Spalletti.

In ultimo, i tedesconi: su Khedira decide Khedira e lo sappiamo. Ma sappia lui che c’è chi lo pensa anche nel blocco dei vicecapitani. Per Emre Can presentazione in grande stile a tempo debito, le visite manco servono (leggete testuale), con Allegri che lo pensa mezz’ala di struttura e precisione all’opposto non del fratellone Sami bensì dell’utile e dilettevole Matuidi. Ed ecco quindi che sul centrocampo hai voglia, caro capiscer, a individuare il tassello che manca considerata la presenza geneticamente modificata del Bentancur 2018/19…