I raddoppi di Danilo e Pirlo scappa via da Fonseca (Video-Analisi)

di Giulio Gori |

Un movimento, apparentemente singolare, compiuto da Danilo nella partita contro la Roma, quando letteralmente scappa dal proprio avversario, diventa una buona occasione per raccontare come nel calcio degli ultimi anni stia cambiando la gestione dei raddoppi di marcatura.

Con Pirlo, che nella propria tesi ha appena accennato l’argomento con una frase pur rivelatrice, questo concetto è estremizzato e il raddoppio in senso classico, quello stretto, è quasi un tabù. Per una maggiore pulizia difensiva e per evitare blocchi involontari e situazioni di conflitto.

Lo raccontiamo con un Video-Subbuteo: