Rabiot non rimpiange Sarri: “Pirlo e il suo staff sono più stile Juve”

di Valerio Vitali |

rabiot su pirlo

Rabiot su Pirlo ha espresso un primo giudizio positivo sul neo allenatore della Juventus. Un passo in avanti rispetto al recente passato secondo il centrocampista transalpino. Dal ritiro di Clairfontaine ha parlato così il numero 25 bianconero: “Sono cambiate molte cose rispetto a Sarri. Anche lo staff è più giovane e più vicino a quello che la Juve rappresenta e ricerca”.

L’impronta del nuovo tecnico bianconero si è subito impressa, nonostante una sola settimana di allenamenti. L’importanza di avere come allenatore Pirlo per un centrocampista è un aspetto che è stato sottolineato anche da Arthur in sede di conferenza stampa. Un concetto ribadito in un altro passaggio dell’intervista da parte dell’ex PSG: “I principi di gioco che vuole mettere in pratica mi corrispondono e penso che sia un vantaggio avere uno come Pirlo. Per noi tutti e per me in particolare come centrocampista. Insomma, è davvero il must essere allenato da lui”. 

Il pensiero espresso da Rabiot su Pirlo è anche quello di Chiellini. Anche il capitano della Juventus, dal ritiro di Coverciano ha in un certo qual senso messo a nudo i problemi di Sarri nel processo di ambientamento all’interno della Continassa. Un processo contraddistinto da problematiche nel rapporto coi giocatori e nello spogliatoio. Non delle vere e proprie discussioni, ma una mancanza di feeling, di necessità e di connessione con l’intero mondo Juve. A Pirlo dunque il compito di riportare normalità ma soprattutto juventinità.


JUVENTIBUS LIVE