Quanto costa Douglas Costa?

di Michael Crisci |

Come caratteristiche, Douglas Costa è un giocatore eccezionale. Elementi come lui alla Juve sono spesso una rarità, e nei momenti di picchi assoluti, il numero 11 ha toccato picchi di livello mondiale. Dopo una stagione travagliata, la Juve ha sostanzialmente deciso di fare cassa con lui. Ma quale può il essere il prezzo giusto come Douglas Costa. Le variabili per poter assegnare una valutazione congrua a un giocatore come lui sono molteplici: l’età e la condizione fisica (ma questi sono parametri universali), la propensione all’assist e al gol. Il Douglas Costa al top è un uomo formidabile, ma segna pochi gol. Possiamo cercare di trovare una valutazione analizzando le valutazioni dei profili simili:

Cominciamo dal top del top del ruolo, Angel Fabian Di Maria (assistito di Mendes). Età un po’ avanzata, fisico spesso cagionevole, ma solita e puntuale propensione a gol e assist (rispettivamente 17 e 15 quest’anno). Il prezzo attuale si aggira attorno ai 40-45 milioni di euro

Continuiamo con Willian Borges del Chelsea, titolare non sempre inamovibile per Sarri, dimostra ancora un’ottima tenuta fisica e atletica, ha una minore propensione al gol di Di Maria, ma gli inglesi tendono a valutarlo una decina di milioni in più (50)

Ci spostiamo poi in Francia, precisamente a Marsiglia, dove gioca Florian Thauvin, talento francese di 26 anni che ha fallito alla prima prova del 9 in carriera (al Newcastle), ma che è pronto al nuovo grande salto. Pochissimi problemi fisici, mai muscolari, ottima propensione all’assist e al gol (15 e 10 in questa stagione). Il prezzo fatto dal Marsiglia non si discosta molto da quelli per i primi due, e si aggira anch’esso sui 50 milioni di euro

Poi è la volta del talento tedesco del Manchester City Leroy Sanè, ma qui la giovanissima età, la qualità, la propensione a gol e assist, e la società di appartenenza, partoriscono una valutazione monstre difficilmente eguagliabile e paragonabile: 100 milioni di euro!

Infine planiamo a Londra, dove nel Tottenham milita il coreano Heung-min-Son, protagonista di una parabola ascendente che sembra non avere fine. 27 anni, è più attaccante degli altri profili, segna più gol, e forse questo che determina una valutazione leggermente più alta della media, ovvero 65 milioni

Piccola menzione particolare la merita Malcom del Barcellona, strappato in extremis alla Roma, che nonostante la sua pessima stagione, conserva la valutazione di 40 milioni, sborsati in estate dai catalani

Considerando tutti i fattori, gol, assist, fisico e età, Douglas attualmente eccelle solo nel fattore assist. Pur essendo relativamente giovane (29 anni a settembre), dunque, una sua valutazione congrua potrebbe attestarsi sui 35-40 milioni, cifra molto distante dai 60 paventati dai media, ma necessari per evitare una minusvalenza.


JUVENTIBUS LIVE