La pulce e il gigante

di Nino Flash |

L’intervista in infradito di Leo Messi di oggi scrive un capitolo importante della sua storia e dell’inevitabile confronto con Cristiano Ronaldo.

Questione di personalità, di carattere. Di quelle caratteristiche che non si possono allenare.

Questione anche di consiglieri e cortigiani. Saper scegliere le persone giuste, alle quali delegare la cura di tutti i propri interessi, è anche quella una dote, a volte un’arte.

Messi e Ronaldo sono due vincenti sul campo, ma leader è uno solo.

Messi avrebbe voluto abbandonare la…Barça, da perdente, dopo la terza cocente e umiliante uscita consecutiva in Champions (“Puoi vincere o perdere, perché è molto difficile, ma devi competere. Almeno competere e non crollare come a Roma, Liverpool, Lisbona. E questo mi ha portato a pensare sulla decisione di andar via”). Ma solo un cavillo legale glielo ha impedito.

Una resa sportiva è, comunque, la sua. Un voler dire basta alle avversità del destino, ma anche alle gestioni tecniche nelle quali la Pulce è stata sempre coinvolta direttamente, dalle scelte degli acquisti ai moduli di gioco (così si narra…).

E così tifosi del Barcellona si sono trovati a vivere sulla propria pelle i riflessi dei tumulti dell’animo del campione di Rosario, come furono costretti a farlo i tifosi argentini quando Leo decise di abbandonare l’albiceleste dopo la débâcle in Copa America del 2016. Anche in quell’occasione un doppio clamore scosse il mondo: prima l’abbandono e poi, elaborato il lutto sportivo, l’auto-reintegro nella squadra nazionale.

Sulla sponda opposta, anche l’alieno di Funchal ha avuto i suoi bassi in termini di risultati sul campo (e ne sappiamo qualcosa), peraltro quasi mai per demeriti propri. Ma ha sempre reagito da par suo, sfoggiando la sua proverbiale determinazione e senza mai cedere di fronte alle delusioni.

La stagione per un riscatto Champions è alle porte per entrambi. Il mondo attende i loro acuti e spera di vederli almeno in semifinale.

Partono, però, con premesse molto diverse…


 JUVENTIBUS LIVE