Il presente dice: Paratici resta. Ora il dilemma sul futuro

di Michael Crisci |

Fabio Paratici resterà CFO della Juventus anche per il prosieguo di questa difficile stagione, e sarà dunque lui a menar le danze del mercato anche il prossimo gennaio (finestra che si preannuncia meno banale del solito)

La notizia era oramai scontata, vista la sua convocazione per l’assemblea degli azionisti, che quest’anno non è stata convenzionale causa Covid, ma si è tradotta in via telematica. Quando Marotta venne silurato, seppe di non essere stato convocato per tale assemblea.

Paratici in questi due anni è stato molto discusso, ma anche strenuamente difeso, si possono trovare pro e contro, e forse il guizzo finale tra il 4 e il 5 ottobre, con i prestiti di 3 esuberi, e il conseguente risparmio per l’anno corrente a livello di bilancio e stipendi, gli ha fatto guadagnare punti.

L’uomo che ha portato Ronaldo, ma che ha scommesso su Sarri, perdendo male la scommessa dopo solamente un anno, ha provato a riscommettere, andando su Federico Chiesa, suo pallino dai tempi dell’esordio del figlio d’arte, investendo, anche se con una formula meno invasiva del solito, 60 milioni di euro.

Ora c’è il futuro, che sicuro lo vede al timone fino alla scadenza del suo contratto, nel 2021. Che la Roma lo abbia cercato non è un mistero, ora però si stagliano due temi all’orizzonte; un eventuale rinnovo, che rafforzerebbe la sua posizione all’interno della dirigenza, e sarebbe un’espressione massima di fiducia da parte del presidente Agnelli, o l’inserimento di un’ulteriore figura nel management, che possa affiancarlo o, in maniera più maliziosa, fargli da tutor.

Una situazione che difficilmente accetterebbe Paratici, perché verrebbe visto come un passo indietro, e i passi indietro difficilmente vengono accolti con giubilo, soprattutto mentre si sta andando in avanti.

In questo senso è da segnalare la promozione di Cherubini, che opererà da vero braccio destro per il dirigente piacentino. Per ora.

I prossimi mesi saranno inevitabilmente decisivi per la questione. La sostanza è il presente, Paratici resta. Appuntamento a gennaio.


JUVENTIBUS LIVE