PreMatch Juve-Barcellona: i perimetri di attacco e difesa (VIDEO)

di Luca Momblano |

Attacco, difesa, centrocampo: questo è il nuovo ordine gerarchico della Juventus di Allegri 2017. Una sequenza che tale deve restare per lo meno nella gara di andata dei quarti di finale di Champions League contro una squadra sui generis come il Barcellona.

Conoscendo il tecnico livornese, difficile pensare a questa prima partita come a un match dove possano saltare gli schemi. Ben venga, allora, inquadrando i difetti congeniti dell’undici di Luis Enrique (che sono sempre in numero minore rispetto ai pregi) che la Juve possa pensare di fare la Juve, questa Juve, a cui servirà non regalare nulla dietro (per karma storico nostro e abilità letale loro) e far saltare l’approssimazione centrale difensiva dei blaugrana.

Propongo qui di spingere su un fulcro centrale d’attacco, anche sovraccaricando la zona, giocare quindi più vicini e verticali davanti. In più, anche una mia interpretazione del perché dire no (allo Juventus Stadium) alla difesa a tre che ci ha riportati al nostro posto nel mondo.