E’ arrivata l’ora di dire sì ai playoff

di Toccoditacco |

IT’S TIME.

Forse è giunto il momento. Il momento di guardarci dentro, farci un esame di coscienza e chiederci se sia giusto continuare a giocare questo campionato. Chiederci se sia giusto continuare con i sacrifici, con gli stadi chiusi, con l’incertezza se questo campionato possa finire o meno, con le partite rinviate, rigiocate, con le squadre menomate dalle assenze. Con i veleni delle polemiche e delle partite decise in tribunale.

Il campionato si interroghi sulla regolarità di questa stagione e si risponda in una sola e unica maniera forte: SI ai playoff.

In fondo l’idea iniziale non era mica malvagia: si parta tutti dallo stesso piano, per la REGOLARITA’ e l’interesse generale. Per le televisioni, che avrebbero share da capogiro, per i contratti delle società che sono al collasso, per i tifosi che chiusi in casa avrebbero finalmente un degno spettacolo da seguire.

In fondo è giusto continuare un campionato dove i tifosi della Fiorentina non possono essere nel loro spicchio dell’Allianz Stadium a sventolare le loro sciarpe del Liverpool per festeggiare una vittoria storica come lo 0-3 contro i bianconeri, miglior risultato di sempre di una squadra avversaria nel nuovo stadio della Juve?

Facciamolo per i tifosi del Napoli, che da ormai troppo tempo, 3 mesi, si vedono pendere una spada di Damocle sulla testa non sapendo se (fino a poco tempo fa) e quando recuperare la sfida contro la Juventus? Con una classifica chiaramente falsata dall’asterisco? Con un’accusa infamante di aver violato i principi di lealtà sportiva rinunciando volutamente alla trasferta di Torino? NO cari amici.

Per la Roma, che gioca con 1 punto in meno in classifica pesantissimo, per un cavillo burocratico che falsa da settembre il suo campionato.

Per il Milan che vede il suo -unico- campione fuori da troppe giornate.

Facciamolo per l’Internazionale di Milano, che da 3 anni fallisce il passaggio all’eliminazione diretta della Champions: diamogli l’ebbrezza di una sfida dentro-fuori valida per lo scudetto. Maggiori incassi anche per loro, che fanno fatica a pagare gli stipendi. Mai vorremmo vederli fallire per problemi economici, già così vessati sul campo dagli arbitri.

No cari amici, facciamolo per loro.

Apriamo TUTTI alla possibilità di decidere l’esito di questo campionato ai Playoff. A quattro. Ma che dico quattro. A otto.Ma che dico. A DODICI (che ci stiamo larghi) perché è giusto che anche realtà come Sassuolo e Verona abbiano la possibilità di raggiungere questo sogno tricolore.

I Playoff sono la DEMOCRAZIA. Partire tutti sullo stesso piano, distanze azzerate, nessun vantaggio. Insomma vedremmo finalmente una classifica senza il verme, dove tutti potranno giocarsi le loro carte. Magari in sede unica, magari a TORINO, che ha un impianto all’avanguardia e strutture modello come il J Hotel pronto ad ospitare i giocatori di volta in volta.

Diciamo SI ad un campionato pulito. Diciamo SI ai Playoff.

E retweetta se sei d’accordo.


JUVENTIBUS LIVE