#ITSTIMETOPLAY

di Juventibus |

Cuffie.

Bassi al massimo.

Concentrazione.

Occhi chiusi.

5 canzoni.

Un solo brivido, Fino alla Fine.

 

 

 

1) Conquest of spaces, Woodkid. Un’invasione che parte dagli spogliatoi e una corsa funesta verso il calcio d’inizio. A Cardiff sarà conquista dello spazio, combattendo contro fantasmi del passato che affollano il campo di battaglia.

“I’m ready to start…”.

Un rullo di tamburi, un urlo potente. Siamo pronti alla lotta. It’s time.


2 )The pretender, Foo Fighters. Gianluigi Buffon controlla i polsi, i suoi guanti sono ben saldi, i suoi occhi di ghiaccio trapassano quelli di CR7, a pochi metri dalla sua area di rigore. Quello che per il mondo è un pericolo con il nome di un Supersayan del calcio, per Gigi è un messaggio da mandare silenziosamente:

“I’m the voice inside your head, you refuse to hear

I’m the face that you have to face, mirrored in your stare…

I’m what’s left, I’m what’s right, I’m the enemy”.

“Sono la voce nella tua testa

quella che tu rifiuti di sentire

sono il viso che devi affrontare

quello che rispecchia il tuo sguardo…

sono ciò che rimane

sono ciò che è giusto

sono il nemico”.


3) Warriors, Imagine Dragons. Chiellini & Bonucci come un muro di scudi vichingo. Contro l’armata spagnola si alzeranno muri e si scaglieranno contrattacchi in avanti. Guerrieri della difesa, guardiani della porta bianconera. Si digrignano i denti per spaventare l’avversario e ci si chiude compatti per scongiurare qualsiasi tentativo d’invasione. Difensori e costruttori di un sogno.

“Here we are, don’t turn away now.

We are the warriors that built this town… from dust”.

“Siamo qui, non andare via adesso.

Siamo i guerrieri che hanno costruito questa città… dalla polvere”.


4) New Born, Muse. Dani Alves è una rincorsa in Mi Maggiore. Una scala melodica forsennata che rispolvera la grinta e la rabbia di chi era dato per spacciato, di chi adesso può urlare la sua rinascita. Dani aprirà varchi cercando un Pipita in attesa di una sua parabola o forse si tufferà in avanti, pensando di poter rinascere ancora e per un’ultima volta tra le braccia di Cardiff.

“How much are you worth?

You can’t come down to the earth,

you’re swelling up.

You’re unstoppable

‘cause you’ve seen…

seen too much”.

“Quanto vali?

Non puoi tornare sulla terra,

ti stai gonfiando.

Sei inarrestabile

perché hai visto…

visto troppo”.


5) Run Boy Run, Woodkid. Un ragazzo dalla faccia pulita. Una promessa che porta il nome di Paulo Dybala. Due strisce di colore sotto gli occhi e un sangue che è diventato bianconero correndo, spinto dalla fame di dimostrare che non è mai stato solo un ragazzo. Corri ragazzo, ora più che mai fino a perdere il fiato. Fino alla fine.

“Run boy run!

They’re trying ti catch you…

Run boy run! Running is a victory!

You’ll be a man boy…

But now it’s time to run, it’s time to run!”

“Corri ragazzo corri!

Loro proveranno a prenderti…

Corri ragazzo corri! La corsa è vittoria!

Sarai un uomo ragazzo,

ma ora è tempo di correre, è tempo di correre!”.

 

 

 

 

Di Erica Donzella