10 cose che ci ha detto Pirlo su modulo, CR7 e il “9”

di Riccardo Sgroi |

1. “Bell’allenamento, c’è bisogno di giocare tutti insieme. Siamo al completo da giovedì, importante provare qualcosa in vista della Samp. I giocatori si sono impegnati e questa è la cosa più importante” – Impegno, disponibilità e affiatamento sono le basi della nuova stagione. Siamo sulla buona strada e Andrea lo sa.

2. “Aggressione in avanti e riconquista del pallone immediata devono entrare in testa ai giocatori. C’è da lavorare tanto ma per oggi sono soddisfatto” Pirlo è imperturbabile, come sempre. Nonostante ciò, la soddisfazione è evidente. Il goal di Pjaca certifica automatismi d’aggressione in miglioramento. Il match contro la Samp dirà quanto ci hanno agevolato le carenze tecniche del Novara.

3. “I nuovi hanno fatto una buona partita, sono apparsi già pimpanti e in forma”Kulusevski deve crescere, ma ha mostrato una visione di gioco invidiabile. McKennismo sfrenato: corsa, recuperi, ottime geometrie e qualche conclusione! Pirlo potrebbe avere trovato il suo Vidal. Arthur scolastico, qualche buona imbucata ma deve crescere.

4. “CR7 ha portato umore a 1000, si muove con disinvoltura ed è pronto per fare una grande stagione” – Cristiano sembra aver ritrovato un ambiente stimolante ed affamato. Il passaggio dal provincialismo sarriano al carisma internazionale di Pirlo lo ha caricato a dovere.

5. “Stiamo provando diverse soluzioni: primo tempo abbiamo difeso a 4 e impostato a 3 mentre nel secondo siamo rimasti fissi a 3” – La novità tattica più sussurrata dall’arrivo di Pirlo. La Juve sfrutta molto gli esterni con continui cambi di gioco, spronando Sandro e Cuadrado all’1 contro 1. Alex è ancora un po’ indietro, ma c’è tempo per recuperare. In fase di costruzione si cerca molto la verticalità.

6. “Entusiasmo non deve essere attorno alla squadra ma dentro. I ragazzi si stanno abituando al lavoro e si divertono” – Sinora, la più grande conquista del Pirlo allenatore. Quando una squadra è più forte delle altre, voglia e coesione servono più delle trovate tattiche. Andrea vuole una Juve compatta, capace di vincere le partite nel tunnel prima che in campo.

7. “Sono allenatore della Juve e so che devo vincere, era così da giocatore e lo sarà da allenatore. Ringrazio John Elkann per le belle parole” – Cristallino.

8. “L’attaccante mi serve il prima possibile…”. Pirlo è alla primissima esperienza da allenatore, per di più alla Juve, e inoltre in un campionato con tempi anomali e con un calendario in salita fin da subito,  e si sa che le prime prove saranno determinanti, iniziarlo senza un vero “9” avrebbe portato ad esempio altri allenatori (un Conte…) ad essere durissimi contro il mercato o esprimere un piccolo lamento. Andrea si limita a sillabare “il prima possibile”…

9. “..Ma il mercato è lungo e ci sarà tempo per lavorare” – E’ anche vero che l’acquisto del centravanti determinerà i prossimi 2-3 anni per la Juventus: meglio un 9 giusto domani che uno sbagliato oggi. Insomma: per Suarez si può attendere, e Andrea lo sa!

10. “C’è speranza di avere tifosi allo Stadium prossima settimana. Sarebbe importante per tutto il movimento calcistico” – La Juve ha fatto tutto il possibile, presentando un piano ben articolato ed efficace. Salvo clamorosi dietrofront, il match contro la Samp si giocherà a porte chiuse per decisione governativa.