Pescara-Juve 0-2. Di Bello troppo buonista

di Maurizio Romeo |

Arbitro: Marco Di Bello
Sezione Aia di Brindisi

Inizia bene con grande decisione, con un giallo per parte per interventi simili a quelli su cui nel secondo tempo sorvolerà risparmiando il secondo giallo sia a Muntari (autore di due interventi duri quanto stupidi su Dybala) che a Coulibaly. Manca poi un rigore alla Juve.

1° Tempo

3′ – Brutto fallo di Muntari in ritardo su Dybala. Giallo sacrosanto.
6′ – Entrataccia di Biraghi su Asamoah. Rischia molto il giocatore del Pescara
12′ – Intervento imprudente di Pjanic su Caprari, Di Bello lascia correre per il vantaggio poi ammonisce giustamente il bosniaco della Juve che era diffidato e salterà la prossima partita.
30′ – Campagnaro sembra disinteressarsi del pallone e impedire la corsa di Higuain in area biancoazzurra. La vicinanza fra i due giocatori lascia però dubbi sulla volontarietà del contatto che potrebbe anche essere fortuito. Ci sta quindi la decisione di Di Bello, vicino all’azione, di lasciare correre.
39′ – Intervento imprudente di Coulibaly su Asamoah. Giallo giusto

2° Tempo

47′ – Rischia moltissimo Muntari che entra in ritardo su Dybala. Avrebbe meritaton un secondo giallo sacrosanto.
50′ – Rischia moltissimo anche Coulibaly che entra duro e in ritardo su Mandzukic. Anche qui poteva starci il secondo giallo.
58′ – Inutile gesto di stizza di Caprari. Di Bello gli aveva concesso
60′ – Trattenuta evidente di Biraghi su Sturaro in area che impedisce al bianconero di tirare in equilibrio. Manca un calcio di rigore per la Juventus
88′ – Brutto fallo di Coda su Mandzukic. Giallo sacrosanto