DAI LETTORI – Pericolo cinese

di Juventibus |

da Adriano Isoardi, una storia che nasconde una domanda / provocazione.

Il fidanzato della maggiore delle mie figlie si professa interista e, nell’improbabile tentativo di sfottermi (sono anni che ci prova, il poverino), continua a dirmi: “Paura, eh?”. Naturalmente, si riferisce al prossimo cambio di proprietà dei Nerazzurri.
Aveva cominciato all’arrivo di Thohir, illudendosi che il giacartone ripianasse il bilancio e investisse somme sufficienti ad elevare il livello della squadra. Abbiamo visto come è andata…
Adesso ci riprova con il prossimo avvento dei cinesi.

Pur tenendo conto che sia la qualità della dirigenza, allenatore compreso, a determinare o meno il successo di un club (a qualsiasi livello), mi è venuta in mente una considerazione.
Credo che si possa tranquillamente affermare che Barcellona, Real e Bayern siano le tre più forti al mondo, già da un po’. Questo, nonostante le proprietà ricchissime delle principali squadre inglesi e del PSG.
Guarda caso, le tre citate hanno tutte una proprietà indigena, senza emiri, sceicchi e potenti asiatici.
Sarà una coincidenza? E se no, perché?

P. S.: Ovviamente, ogni riferimento alla Juventus è puramente voluto.