Perché adoro Massimiliano Allegri

di Sandro Scarpa |

 

Massimiliano Allegri è l’allenatore più divisivo della storia della Juve. Di qui a poco ci auguriamo tutti (?) sia anche il più vincente, ma poco importerà. Una metà del tifo lo troverà comunque insopportabile o incapace o fortunato e un’altra metà lo troverà perfetto, stratega e maestro.

Non ne usciremo vivi.

Ci saranno sempre quelli che “ha vinto grazie a Conte, poi grazie alla squadra, poi grazie a Ronaldo, cagon e ammazza-attaccanti” e quelli che “ha vinto tutto con mille moduli diversi, ha insegnato la vita e ha migliorato perfino Rincon e Ronaldo“. Allegri Massimiliano sarà sempre -legittimamente- sia quello che ha perso 2 finali di Champions, sia quello che ha vinto 4 double ed è arrivato in 2 finali di CL.

Non ci interessa entrare nella discussione (inutile e legittima per entrambi i punti di vista), ma parlare di un fenomeno extra-campo che si ripete da 4 anni con un copione sempre, costantemente uguale: LA CONFERENZA STAMPA DI ALLEGRI!

 

Chi odia Allegri trova insopportabile anche quel “innanzitutto c’è da fare i homplimenti ai ragazzi“, chi lo ama adora perfino il leit motiv “dobbiamo giocare meglio tecnihamente“.

Trovo censurabili alcune (rare) sbroccate contro chi (Adani ad es.) prova a parlargli di un gioco più dominante e godibile (oltre che efficace) e trovo “furbesche” alcune sue semplificazioni e mantra (“il calcio è semplice, devo solo non fare danni”), ma c’è da considerare il numero di conferenze stampa ed interviste post-gara che Allegri sostiene in un anno (certo, pagato benissimo…).

Da 4 anni infatti la Juve di Allegri fa 50-55 gare ufficiali l’anno.

Questo vuol dire 50 conferenze pre-gare e 50 post-gara di almeno 20 minuti ciascuna, più altri 20 minuti post-gara tra Sky, Premium (o DAZN ora), Rai, JTV e bla bla, per un totale di 1 ora a gara, 50 ore di Allegri. E in 50 ore che cazzo potrà mai dire Allegri di nuovo in una stagione? E’ chiaro che l’anno scorso per 40 di queste 50 ore sentirsi ripetere sempre “Il Napoli gioca bene e voi?” ha portato, alla 40° ora, dopo il 2-3 a San Siro, a uno sbrocco totale.

In questo copione sempre uguale, oltre alla consueta sobrietà nel giudicare gli episodi arbitrali (ad es. la reazione composta dopo Real-Juve) c’è però una cosa che ADORO in MACS: LE TROLLATE!

 

Ecco lo schema classico delle conferenze stampa di Allegri:

– Innanzitutto c’è da fare i homplimenti, non era facile
– C’è da FARE / non da chiacchierare
– Un giocatore confermato/ritrovato / miglior acquisto
– Un giocatore può fare la mezzala o mezzala “esterna” o mezzala interna o mezzala qualunque
– Fase difensiva in Italia = vinci
– Volete la formazione? pensate solo a quello, boia deh!
– C’è da migliorare tecnihamente (ed essere più veloci, tra l’altro)
– Semplicità semplicità semplicità le cose semplici
– Equlibrio, ci vuole equilibrio, in campo, nel calcio, nel Paese, nel Mondo
– Devo solo evitare di fare cazzate
– Fortunati a beccare gol o non vincere / così si sta sul pezzo / troppo entusiasmo / pedalare
– Una statistica (sbagliata) a caso
– La domenica bisogna passarla sereni
– La Quota scudetto

 

Su questo copione ci sono però 3 elementi che (ripeto, personalmente) trovo GENIALI:

A) Un finto COMPLIMENTO (con stoccata velenosa) ad GIORNALISTIAVVERSARI

Maurizio (Sarri) è bravo ed è un amico però è troppo complicato…l’anno scorso diceva è più difficile giocare dopo…ora è difficile giocare prima….giocare in contemporanea…ogni volta cambia…io già sono confuso di mio, non riesco a stargli dietro perché lui è sempre avanti su sta cosa

B) Un finto COMPLIMENTO (con stoccata velenosa) ad un suo GIOCATORE.

Benatia è un grande difensore, ha fatto 20 partite buone, ha giocato sempre, abbiamo preso credo 1 gol in 15 partite, no 17…quante sono che perdo il conto…però anche lui, aveva bisogno di…è come per i cavalli…ogni tanto i cavalli bisogna farli riposare e mandarli al pratello…così ho fatto come coi cavalli, l’ho mandato al pratello. Ma è vera ‘sta cosa eh! Funziona così, non ridete!

C) Una finta BATTUTA (con auto-complimento) a SE’ STESSO.

Se è merito mio un’altra Coppa Italia e Scudetto? No, ma io adesso…ehm…scusate, devo recuperare la voce, tra raffreddore, voce, non capisco se è raffreddore, sono marcio io, è allergia, ora fortunatamente si va al mare… La stagione, come è andata, abbiamo l’ultima partita, sabato o venerdì, speriamo venerdì, poi parleremo…la Coppa Italia, i ragazzi sono stati…cos’era? La terza? No, la quarta vinta di fila….”

 

Ora si potrà anche disprezzare (!?) l’Allegri di campo, il suo gioco-nongioco, le sue manie, i cappotti che volano, le incazzature teatrali, il tutti dietro dopo l’1-0, Higuain a centrocampo, Dybala mediano, CR7 che tocca 1 pallone in area in 45 minuti, Khedira e Mandzukic sempre in campo (perché alti ed esperti…) anche in condizioni pietose, ma come si fa a non adorare LE TROLLATE di Allegri??

 

Anche per Juve-Lazio Allegri ha sfoderato il solito copione e le solite 3 trollate (a volte inosservate):

 

A) Finto complimento con battuta ai giornalisti:

Pre-Lazio: Con Bonucci difesa a 3? E’ stato con noi negli anni scorsi, poi che vuol dire a 3…a 4. Vi piacciono tutti sti numeretti, siete bravi coi numeretti, con le tattiche…per me è la stessa cosa con giocatori diversi, Barzagli non è che scappa via come Cancelo, quindi boh sì, vi faccio contenti, si può fare a 4 o si può fare a 3 a 5 come piace dire a voi che siete bravi coi numeri. Io no.

Post-Lazio: Più conservativi rispetto al Chievo? Eh…eh! Allora, se vogliamo far finire le partite, 6-3, 4-2, e allora si tira in aria la monetina, tiratela voi…! Si gioca così! Se invece vogliamo dare equilibrio, che noi dobbiamo dare… bisogna subire meno gol degli altri. Lo sapete, che siete bravi.

B) Finto complimento con battuta ad un giocatore:

Pre-Lazio: c’è da trovare trovare ancora la forma fisica, nessuno è al meglio…nessuno, ah no! Tranne Matuidì! Perché Matuidì corre sempre, anche in vacanza, anche quando non serve. Poi Matuidi è un giocatore importante che l’anno scorso ha fatto anche 5 gol e non so quanti ne ha sbagliati

Post-Lazio: Cancelo è migliorato, in difesa è migliorato. Perché col Chievo Giaccherini gli è scappato dietro e gli ha fatto rigore, e oggi Lulic gli è scappato dietro uguale, però Lulic ha sbagliato e ha tirato alto. Per questo dico che è migliorato, perché Lulic ha sbagliato, è vero eh!

C) Finta battuta su sé stesso:

Pre-Lazio: Ronaldo? Ma si sa come si gioca eh! Non è che perché vorrei giocare 4-4-2 a Ronaldo faccio fare il centravanti puro…E’ vero che parecchio e volentieri a me piace fare delle cose stravaganti, ma la semplicità è la cosa migliore, anche se è la più difficile per me, me ne rendo conto..

Post-Lazio: L’altra domanda, qual era? Se ho capito qualcosa di Ronaldo? Per quanto riguarda Ronaldo, eh,…non ci ho capito niente, nè di Chievo, nè di oggi, quindi andiamo avanti e vediamo, facciamo a caso… sorteggi! Tanto giovedì ci sono i sorteggi dei gironi, quindi…. sorteggiamo anche la formazione.

Ecco il clamoroso passaggio di quest’ultima trollata:

 

Immaginate un qualsiasi altro allenatore (magari con 5 Scudetti e 4 Coppe Italia vinte in carriera) che trolla così sul non averci capito nulla del giocatore più forte al mondo…

Genialmente irresistibile o insopportabilmente cazzaro?