Pellegrinaggio

di Riceviamo e Pubblichiamo |

Ho paura. Non più che non arrivi, no. Pare tutto fatto. Ho paura che arrivi. Ho paura di tutto ciò che l’universo-Ronaldo, il fenomeno CR7 porta con se. Non ho mai esperito quel sogno in cui si cammina nudi in mezzo alla folla, per fortuna; ma credo che la sensazione sia più o meno quella.

 

 

 

 
La squadra del mio cuore aveva una dimensione pre-Ronaldo, dopo di lui ne avrà un’altra; e non di uno step successivo, ma di 20. E non è questione di “passo più lungo della gamba”: la società è ben seria, ha alle spalle professionisti che sanno fare e una famiglia che non vuole che vada a gambe all’aria (almeno spero).
Stiamo uscendo dalla nostra comfort-zone, lanciandoci senza paracadute in un mare pieno di squali. Da oggi – da domani, facciamo – ogni mossa, ogni non-mossa, ogni decisione, ogni vittoria, ogni sconfitta, ogni scelta dell’allenatore – insomma, tutto – sarà sotto gli occhi del MONDO. È l’effetto Ronaldo, e fa girare la testa.
Stavamo scalando l’Everest a mani nude, passo dopo passo; lui arriva e ti preleva con l’elicottero, rigorosamente privato, e ti porta a poca distanza dalla cima: è stupendo, ma manca l’ossigeno. A me manca l’aria.

 

 

 
Non so quando si siano poste le basi di questo affare, se a gennaio grazie allo screzio CR-Perez, ad aprile con la standing ovation, a maggio con le parole post finale, due settimane fa o domenica scorsa: probabilmente un po’ di tutto, perché abbiamo una società eccellente nella programmazione e splendida nello sfruttare le occasioni. E questa, è l’occasione più grossa di tutte.

 

 

 

 

La società è pronta, ha le spalle larghe, reggerà; ma noi tifosi? Ci siamo portati a casa un marchio che ci proietterà nell’Olimpo, che renderà Torino meta di pellegrinaggi e la squadra oggetto di attenzioni che, prima di oggi – facciamo domani, nessuno immaginava. Arriveranno a frotte, e cambieranno tutto. Ci lamenteremo, già lo so. A prescindere dall’effetto sportivo, che durerà quanto la sua permanenza, ci sarà il volano pubblicitario, mediatico, spettacolare. Aspettiamocelo, siamo preparati.
La giostra sta per partire, allacciate le cinture…

 

 

Di Veronica Giussani